Ultime notizie

18 Ottobre 2021

Mutui agevolati per gli under 36, ma la risposta delle banche è ancora limitata

di E.I.

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Aumenta la domanda di mutui per l’acquisto della prima casa da parte degli under 36 che è passata dal 38% di gennaio al 50% di settembre. A dirlo è l’Osservatorio di MutuiSupermarket.it.

Il Sostegni bis, emanato a fine giugno, ha esteso la platea dei beneficiari della garanzia Consap a tutti gli under 36 con ISEE pari o inferiore a € 40.000, per coprire la totalità o quasi del prezzo di acquisto della prima casa. 

Le prime offerte di mutui giovani “senza anticipo” sono state lanciate nel mese di luglio da Intesa Sanpaolo che ha introdotto il Mutuo Domus Giovani – Fondo Garanzia Prima Casa nella versione Variabile e Fisso. Il Gruppo Crédit Agricole ha aderito all’iniziativa con il Mutuo Giovani, disponibile a Tasso Fisso, Variabile e Variabile con CAP. Contestualmente, abbiamo assistito alla concentrazione della domanda dei giovani sui mutui ad alto LTV, che ha visto un’impennata da un 44% di luglio ad un rilevante 62% a partire da agosto.

Ma le banche scese in campo sono ancora poche: l’offerta di mutui che vanno a finanziare oltre l’80% del prezzo di acquisto sono ancora limitate e non tutti gli istituti offrono e pubblicizzano un’offerta dedicata, che godendo della garanzia Consap offre tassi di interessi agevolati. 

Gli istituti più attivi nel ricorrere alla garanzia Consap sono Intesa Sanpaolo e Crédit Agricole. Intesa Sanpaolo utilizza la garanzia Consap esclusivamente per i giovani under 36 che possano dimostrare un ISEE non superiore ai 40.000 euro, mentre i richiedenti con un ISEE superiore possono avere accesso all’offerta standard della banca che non usufruisce della garanzia Consap. L’offerta ad alto ltv di Crédit Agricole è dedicata a tutti i giovani under 36 senza tener conto dell’ISEE.

BNL non usufruisce della garanzia Consap. Ha tuttavia lanciato un’offerta dedicata ai giovani under 36 con spese di istruttoria ridotte che va a finanziare fino al 95% del prezzo di acquisto dell’immobile, purché la perizia attesti un valore ben superiore al prezzo di compravendita che faccia in modo di mantenere l’importo del mutuo entro l’80% del valore di perizia.

Avvera del gruppo Credem non ha lanciato un’offerta dedicata ai giovani, ma è uno dei pochi istituti che nella propria offerta standard prevede mutui che vanno a finanziare fino al 95% del prezzo di acquisto della prima casa, non usufruendo di alcuna garanzia statale.

La media delle rilevazioni mensili dell’indice di riferimento per i mutui a tasso fisso IRS a 20 anni nel mese di settembre 2021 registra un aumento dello 0,15% attestandosi a 0,41%. Il Minimo negli ultimi dodici mesi è stato registrato a dicembre 2020: 0,01%. L’analogo indice per i mutui a tasso variabile nel mese di settembre 2021 registra una media di -0,55% invariata. 

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi