Ultime notizie

3 Gennaio 2015

Vacanze in hotel: delude anche l'Epifania

di C.P.

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Non poteva essere diversamente: dopo un Natale e un Capodanno tutt'altro che brillanti, il 2015 parte male per gli albergatori.

Nonostante il calendario faccia cadere l’Epifania di martedì, un numero minimo di italiani - e per giunta in flessione del 13,1% rispetto al 2014 - trascorrerà la ricorrenza fuori casa.

“Complessivamente 1,56 milioni di italiani, rispetto agli 1,8 milioni del 2014, effettueranno una vacanza per il ‘ponte’ del 6 gennaio scegliendo per l’84% l’Italia quale meta del loro viaggio” spiega il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca (foto), commentando i risultati della consueta indagine previsionale commissionata dalla federazione sui consumi turistici degli italiani (effettuata dall’11 al 17 dicembre con interviste telefoniche a 3mila persone per un campione rappresentativo di circa 50 milioni di individui).

Del totale dei viaggiatori, 1,2 milioni sono partiti esclusivamente per la festività, mentre dei restanti turisti 68mila hanno iniziato la loro vacanza a Natale ed altri 266 mila sono fuori casa da Capodanno.

L’alloggio preferito sarà la casa di parenti o amici nel 41% dei casi, seguito dall’albergo col 24%.

La durata media si attesterà sulle 3 notti e la spesa media si aggirerà sui 414 euro (rispetto ai 396 euro del 2013), di cui 383 euro da chi rimane in Italia (contro i 388 Euro del 2014) e 584 euro da chi va all’estero (rispetto ai 542 euro del 2014), che genereranno un giro d’affari di circa 515 milioni di euro, di cui 396 milioni di euro per la vacanza nazionale e 114 milioni di Euro per quella internazionale.

“All’avvio del nuovo anno - conclude Bocca - ribadiamo come Governo e Parlamento debbano decidere immediatamente una strategia comune per far rivedere la luce ad uno dei settori maggiormente trainanti l’economia nazionale e confidiamo in risposte concrete per le imprese ed il mercato”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Nomisma: frenano le vendite, volano gli affitti Si torna