Ultime notizie

29 Settembre 2023

Savills: residenziale, in Italia investiti 600 milioni nel primo semestre 2023 (Report)

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Il mercato residenziale in Italia conferma una crescita costante con una quota pari al 28% dei volumi di investimento complessivi nel corso del primo semestre 2023, secondo il Report Savills Italian Living Overview.

 

Entro il 2026, saranno completati 41 progetti, fornendo più di 8.200 appartamenti in affitto; nuove soluzioni che si concentrano sulla sostenibilità offrendo servizi moderni come aree verdi, coworking, palestre e concierge.

 

Il settore dello Student Housing conferma forti prospettive, con numerosi progetti in corso e un crescente interesse da parte degli operatori nazionali e internazionali. L’aumento degli studenti internazionali e della mobilità studentesca sta rendendo il settore sempre più attraente, con la carenza di posti letto che sta diventando un punto focale. In Italia, l’offerta complessiva di posti letto per studenti ammonta a circa 68.000 unità; tuttavia, a livello europeo, l’Italia presenta ad oggi uno dei tassi di offerta più bassi, pari al 4%, molto al di sotto della media europea del 12,5%.

 

Riguardo al Build to Sale, Roma è da sempre il principale mercato immobiliare italiano, rappresentando il 5% delle transazioni totali nel primo semestre del 2023 seppur con un atteso rallentamento registrato anche nella città di Milano. In prospettiva, sono previste significative espansioni territoriali: Roma verso l’area sud-est, mentre Milano si svilupperà nella zona nord: entro il 2026, Roma vedrà la conclusione di almeno 31 progetti, mentre Milano porterà a termine 95 sviluppi, offrendo sul mercato rispettivamente 1.670 e 4.660 nuove unità.

 

Nonostante l’attuale peggioramento delle condizioni finanziarie si sia tradotto in un atteso rallentamento del mercato dei mutui, l’andamento delle compravendite si mantiene costante. I prezzi delle proprietà hanno continuato a crescere, mantenendo la loro resilienza dopo i record del 2022. Negli ultimi anni il numero di abitazioni vendute in Italia è aumentato costantemente, raggiungendo il picco nel 2022, con oltre 780.000 unità vendute.

 

Il forte orientamento ESG in tutti i comparti continua a rappresentare un elemento importante per gli investitori e gran parte del nuovo patrimonio abitativo sarà costruito e progettato secondo standard ambientali molto elevati. Inoltre, con il previsto aumento della popolazione urbana e i trend demografici attuali, come la crescita della popolazione giovanile, l'incremento dei movimenti verso le città per motivi di lavoro e studio, e una maggiore enfasi sulla qualità della vita, si delineano nuove prospettive nel settore delle soluzioni residenziali che rispondono a questo trend.

 

Marco Montosi, Head of Investment di Savills: “Nonostante l’incertezza economica registrata nel primo semestre del 2023, il settore del living, con 600 milioni di euro, rappresenta circa il 30% del volume totale delle transazioni in Italia e conferma la sua resilienza anche rispetto ad altri Paesi europei.

Per le principali realtà urbane questa tendenza è sostenuta da trend socio-demografici positivi che evidenziano i fondamentali di sostenibilità nel medio lungo periodo. Il settore rimane altamente attrattivo, offrendo un vantaggio competitivo rispetto ad altri settori consolidati, con Milano e Roma come hub primari e un crescente interesse per le principali città italiane come Firenze, Torino e Bologna. Il consolidamento dell’offerta PBSA è ora supportato da strategie istituzionali BTR incentrate sui requisiti ESG”.

 

Scarica il Report completo in allegato

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest

Video Correlati