Ultime notizie

22 Novembre 2023

RE/MAX: mercato immobiliare pigro nel Lazio, -18% nel Q3 2023

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Rallenta il mercato immobiliare nel Lazio nel 2023. Secondo il Real Estate DATA HUB, il rapporto realizzato dai Centri Studi di RE/MAX Italia e di Avalon Real Estate e dall’Ufficio Studi di 24MAX sul mercato immobiliare italiano, prosegue la contrazione della domanda, con una riduzione media del 25% nei primi due trimestri dell’anno e del 18% nel terzo trimestre.

Nel Lazio le case vengono vendute in media in cinque mesi e affittate in un mese e mezzo, manifestando un forte dinamismo nel mercato delle locazioni. Lato vendita, i tempi risultano ridotti rispetto alla media nazionale, ma più lunghi della Lombardia.

In linea con l’andamento nazionale, la preferenza degli acquirenti è per i trilocali (42,17%). Tendenza che in alcuni casi si accentua come a Viterbo, e in altri casi diminuisce, come in provincia di Frosinone, dove la scelta si orienta principalmente verso immobili di metrature più ampie. Diverso lo scenario a Roma, Latina e Rieti, dove bilocali e monolocali sono le soluzioni maggiormente ricercate.

Dario Castiglia, CEO & Founder di RE/MAX Italia: “Come prevedibile, l’aumento dei tassi di interesse, unito all’incremento dei prezzi degli immobili, ha determinato una contrazione delle transazioni, con un rallentamento della domanda a fronte di un’offerta pressoché stabile. Uno scenario che potrebbe prolungarsi nell’ultima parte dell’anno, soprattutto se i tassi di interesse verranno mantenuti su alti livelli per almeno altri 12/18 mesi. Le dinamiche del mercato immobiliare dei prossimi mesi, ovviamente, saranno fortemente condizionate dagli interventi di politica monetaria che andranno a influenzare le decisioni degli investitori e l’andamento del real estate in termini di numero di transazioni, volumi, rendimenti e prezzi”.

Nel 2023 a Roma la domanda si contrae del 24% rispetto al 2022, con una diminuzione maggiore nel secondo trimestre e segnali di recupero nel terzo.

La dinamica dei tempi di vendita su Roma evidenzia un lieve rallentamento. Sono necessari quasi cinque mesi per la vendita di un appartamento, circa una settimana in più rispetto all’anno precedente. Buon dinamismo per le locazioni con tempistiche quasi dimezzate: gli immobili si affittano in circa 42 giorni, una settimana in meno rispetto a Milano.

Si stabilizza la crescita dei prezzi e si attesta in media poco oltre la soglia dei 3.000 euro al mq, escludendo nuove costruzioni e nude proprietà.

Nel primo semestre 2023 aumenta la percentuale di mutui erogati per finalità di acquisto, che dall’87,50% del 2022 sale al 92,31%. Stabili le richieste per liquidità e surroga. In riduzione la preferenza per i mutui a tasso fisso, che si mantengono al 65,52% sul totale, poco sopra i valori registrati a Milano. Lieve diminuzione della percentuale di lavoratori a tempo indeterminato, a favore di lavoratori autonomi e, in misura minore, di pensionati.

Nei primi nove mesi del 2023, i valori dei canoni d’affitto per immobili logistici nell’area metropolitana di Roma risultano in crescita, attestandosi sui 62 euro/mq/anno, con picchi fino a 105 euro/mq/anno per immobili urban logistic e last mile, che risultano essere i prodotti più richiesti. L’offerta è appena sufficiente per coprire la domanda, con un occupancy rate vicino al 100%.

Nel settore direzionale, Roma, insieme a Milano, si conferma realtà trainante con un andamento molto positivo in termini di take up, soprattutto grazie a operazioni in location primarie che hanno coinvolto asset di qualità e tenant affidabili.

In ambito retail, nella città di Roma si registrano ampi segnali di assorbimento, con una riduzione dei mq disponibili e un conseguente trend al rialzo dei canoni.

Roma si conferma location di forte interesse anche per il settore ricettivo, con particolare attenzione verso la riqualificazione di immobili storici con l’obiettivo di raggiungere segmenti upper-scale e luxury.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana: Castello SGR investe 135 milioni nel primo Nobu Hotel in Ital