Ultime notizie

20 Ottobre 2023

Presentato da Unipv e Arexpo il piano del Parco Cardano per l'innovazione sostenibile

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Nuovo passo avanti per la realizzazione del Parco Gerolamo Cardano di Pavia, che diventerà un'area tecnologico-scientifica mirata al sostegno della ricerca applicata e della progettualità delle imprese. Il piano attuativo del parco è stato presentato questa mattina all'Università di Pavia dal rettore dell'ateneo, Francesco Svelto, e da Igor De Biasio, amministratore delegato di Arexpo, società che ha il ruolo di portare a termine il progetto.

Il parco, che si troverà in zona Cravino su un terreno di proprietà dell'Università di Pavia, si svilupperà con due diversi interventi. Il primo riguarda il centro di ricerca e formazione, o Parco Cardano 1, inserito nell’ambito degli obiettivi di rilancio e di ripresa economica di Regione Lombardia. Fornirà alle imprese che si insedieranno nel Parco un contatto con i 18 Dipartimenti dell’Università di Pavia e gli altri centri di ricerca della città (i tre IRCCS, CNAO, INFN, CNR, Eucentre e IUSS), oltre a occasioni di formazione e didattica mirata. Su una superficie di 2.400 mq, verranno realizzate aule per la formazione, laboratori e uffici dedicati all’attività di ricerca scientifica. Lo sviluppo del progetto definitivo è stato appena concluso, nei prossimi giorni partirà la progettazione esecutiva per concludere i lavori -interamente finanziati dalla Regione Lombardia – entro il 2026.

Il secondo intervento (Parco Cardano 2) riguarda una infrastruttura per l’innovazione tecnologica che accoglierà imprese private ed enti interessati a sviluppare progetti di ricerca applicata. In particolare, su un’area di 5.385 mq, verranno realizzati laboratori e uffici dedicati alla ricerca scientifica, da svolgersi in sinergia con le attività di ricerca condotte dall’Università. L’investimento di Arexpo SpA sarà di circa 20 milioni di euro.

Francesco Svelto, rettore dell’Università di Pavia: “Il Parco Cardano porterà imprese innovative
all’interno del campus universitario e offrirà opportunità per creare filiere industriali, con importanti
ricadute sulla ricerca congiunta e applicata. I temi individuati sono Nutrizione, Farmaceutica e Microelettronica. E proprio su quest’ultimo tema il “Parco Cardano 2” potrà beneficiare della presenza di imprese e iniziative collegate alla Fondazione Chips.IT, il Centro italiano per il design dei circuiti integrati a semiconduttore che nascerà a Pavia”.

Igor De Biasio, amministratore delegato di Arexpo: "Guidare parte di questo progetto insieme all’Università di Pavia rappresenta per Arexpo anche un'opportunità preziosa per dimostrare come la ricetta migliore per avere successo sia quella di vedere cooperare insieme settore pubblico e privato e come è possibile replicare in tanti luoghi del nostro Paese”.
Alessandro Spada, presidente di Assolombarda: "Il Parco Cardano concorrerà a rafforzare ulteriormente un ecosistema di filiere industriali capace di favorire innovazione, di creare valore e trasferimento tecnologico, ma specialmente permetterà di consolidare competenze professionali, creandone anche di nuove, con ricadute positive sul nostro sistema economico regionale".

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Immobili all’asta: le procedure aumentano per la pr