Ultime notizie

1 Dicembre 2023

Perso in un anno il 36% degli investimenti diretti esteri in Italia

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

La buona notizia è che in due anni, dal primo semestre 2021 al primo semestre 2023, gli investimenti diretti esteri in Italia avevano registrato un aumento di circa il 40%. La notizia meno buona è che nel frattempo, dal primo semestre 2022, c’è stata una variazione negativa del 36%. Secondo il Censis, colpa “della politica dei tassi di interesse fortemente restrittiva adottata dalla Bce e della situazione di alta inflazione”.

Nel 57° Rapporto sulla situazione sociale italiana, il Censis suggerisce di cercare nuove opportunità di sviluppo in “strumenti dedicati alle aree meno avanzate del Paese. Questo – si legge nel dossier – è l’intento di Zone economiche speciali (Zes) nel Sud, che dal 2024 saranno unificate, creando una struttura unica”.

Il risultato atteso – conclude il Censis – è “una maggiore integrazione delle aziende locali nelle filiere globali e una maggiore presenza di gruppi internazionali interessati a sfruttare la centralità del Mezzogiorno come piattaforma logistica lungo le tre direttrici che attraversano l’Africa, l’Europa e il Medio Oriente”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Immobili all’asta: le procedure aumentano per la pr