Ultime notizie

20 Maggio 2024

Il mercato è cambiato, Coima rivede governance e dirigenti

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Il Gruppo COIMA (investimento, sviluppo e gestione di patrimoni immobiliari per conto di investitori istituzionali) apporta profonde modifiche ai vertici della governance e del management.

Il nuovo piano strategico triennale (2024-2026) ha l’ambizione di una crescita, con un patrimonio in gestione che punta a oltre 12 miliardi di euro entro il 2026, con un incremento del 20% rispetto al 2024. 

La strategia vedrà COIMA continuare l’attività sulla rigenerazione urbana e sui programmi di gestione degli asset da brown a green, sia in ambito residenziale sia commerciale. La piattaforma si espanderà anche nei settori del living, in risposta al significativo aumento della domanda di alloggi di alta qualità e dell’affordable housing. l’azienda sta anche valutando opportunità di investimento in upgrade sostenibili su asset logistici, in particolare centri di distribuzione urbana last-mile, e in asset class alternative, tra cui turismo, credito e nature based.

Manfredi Catella, Founder e CEO di COIMA Sgr: “I nuovi equilibri ambientali e sociali e l'innovazione digitale alimentano una costante e profonda rivoluzione tecnica e culturale che ci porta ad affrontare, ancora una volta, cambiamenti strutturali, con sfide e opportunità importanti. In particolare, per generare performance di impatto sarà determinante integrare competenze interdisciplinari, umanistiche, scientifiche, tecniche e finanziarie.
La crescita del gruppo in questi anni, con un patrimonio complessivo in gestione che ha superato i 10 miliardi di euro, è stata possibile grazie a una squadra di 300 professionisti altamente qualificati, allineati nei valori e con responsabilità e passione nel contribuire al proprio Paese e alle città del futuro. Avviamo la prossima fase di sviluppo aziendale insieme a nuove importanti compagne e compagni di viaggio che contribuiranno a rafforzare ulteriormente la missione di impatto di COIMA e ad affrontare i prossimi progetti”. 


Governance

La componente industriale del modello operativo di investimento integrato del gruppo dedicata alle attività di Development and Property Management, COIMA REM, vede l’ingresso di Ferruccio Resta nel Consiglio di Amministrazione come Consigliere indipendente. Resta apporta la sua esperienza ultratrentennale in ambito tecnico-scientifico per dare ulteriore impulso ai progetti tecnologici e scientifici del gruppo, a servizio dello sviluppo e della gestione immobiliare. Ferruccio Resta è stato Rettore del Politecnico di Milano, dove ha trascorso gran parte della sua brillante carriera accademica, e Presidente della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università italiane). Tra le altre cariche attualmente ricoperte, è Presidente della Fondazione Bruno Kessler che, con oltre 450 ricercatrici e ricercatori, rappresenta un’eccellenza italiana nello sviluppo dell’intelligenza artificiale. 

Alessandro Rivera ha assunto il ruolo di Presidente di MilanoSesto SpA, per contribuire a dare nuovo impulso a uno dei maggiori progetti di sviluppo immobiliari in Europa (con oltre 1 milione di mq). In particolare Rivera, che ha ricoperto il ruolo di Direttore Generale del Ministero del Tesoro, maturando esperienza nella finanza pubblica di oltre 20 anni, avrà il compito di apportare le sue competenze su aspetti di finanza e funzioni urbane strategiche e innovative.

Nuovo ingresso anche nel Comitato di indirizzo di COIMA ESG City Impact Fund, oggi il maggiore fondo nazionale specializzato in rigenerazione urbana con un target di raccolta di 2 miliardi di euro e progetti strategici già avviati tra cui la riqualificazione dello Scalo ferroviario di Porta Romana: ai membri indipendenti - Giovanna Melandri, che ha rivestito la carica di Ministro della Cultura e Presidente del Maxxi, ed Ersilia Vaudo Scarpetta, Chief Diversity Officer dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) - si aggiunge Méka Brunel, che affiancherà il gruppo COIMA lavorando in particolare sulle best practice in materia ESG. Brunel è una professionista con esperienza internazionale nel settore degli investimenti immobiliari (già Presidente di Ivanhoe Cambridge della Cassa Depositi del Quebec e Amministratore Delegato di Gecina, tra le maggiori società immobiliari quotate europee), e attuale presidente di Fondation Palladio (emanazione della Fondation de France).

Management

COIMA Sgr, in particolare, ha integrato le competenze specifiche nei settori di sviluppo con nuove collaborazioni professionali. 

Jesse Freitag Akselrod assume la posizione di Chief Performance Officer e Deputy Head of Asset Management. Già European Head of Advisory di Green Street, ha maturato oltre 20 anni di analisi quantitativa di mercato e degli investimenti con esperienza in ambiti di due diligence, ricerca e sviluppo, valutazione del mercato privato e REIT, contribuendo a ottimizzare la performance di portafogli.


Paola Rusconi, assume il ruolo di Director Infrastructure, alla guida dello sviluppo di questa asset class con un’esperienza maturata in oltre 10 anni: è stata, tra l’altro, Director Sustainable Infrastructures Europa di DWS, occupandosi delle aree Investment e Asset Management e avendo gestito più di 1 miliardo di euro di investimenti per la transizione green, incluso il primo accordo quadro con la BEI per la decarbonizzazione del settore industriale e il più grande partenariato pubblico privato in Europa per la transizione net-zero nel settore ospedaliero.

Marco Scalvini assume la responsabilità dei programmi di investimento residenziali di COIMA, oltre che di Director del fondo COIMA ESG City Impact. Scalvini contribuirà alla crescita della Società con un’esperienza ultraventennale nel settore residenziale e 3.000 abitazioni realizzate, maturata in vari ruoli di direzione generale in gruppi come Nexity, Bluestone, AbitareIn e Homizy.

Luca Mangia assume il ruolo di Direttore Generale di COIMA REM, con una carriera ventennale di collaborazione con COIMA, prima nel development management in progetti come Porta Nuova e poi nel fund management con la responsabilità del fondo COIMA ESG City Impact. L'integrazione della catena di valore con la complementarità delle attività di investment e asset management di COIMA Sgr e di development e building management di COIMA REM è un fattore competitivo fondamentale per il gruppo, determinante nel generare investimenti di impatto sul territorio sostenibili e innovativi. L’esperienza acquisita nel project management e nel fund management da Luca Mangia favorirà tale integrazione e verrà valorizzata anche attraverso un ruolo nel comitato di indirizzo del fondo ESG City Impact e nel comitato di investimento di COIMA Sgr, contribuendo a consolidare la collaborazione virtuosa tra le diverse competenze finanziarie e industriali di COIMA.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest