Ultime notizie

10 Marzo 2015

Il federalismo demaniale fa tappa in Toscana, Veneto e Campania

di C.G.

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Proseguono a ritmo serrato i trasferimenti di proprietà dallo Stato agli enti pubblici, secondo le linee guida fissate dal federalismo demaniale.

Protagoniste degli ultimi trasferimenti sono Toscana, Veneto e Campania.

L'Agenzia del demanio ha infatti trasferiti quattro beni al Comune di Calenzano (Fi) e un ex casello idraulico al Comune di Campi Bisenzio (Fi).

Gli immobili a Calenzano sono un ex deposito munizioni, due appartamenti e un'area urbana.

Entrambe i Comuni toscani utilizzeranno i beni acquisiti a titolo gratuito per destinazioni pubblico-sociali.

Il Demanio prevede invece di poter raggiungere in Veneto un risparmio di circa 11,5 milioni di euro l'anno per il periodo 2014-2019, grazie al recupero di immobili pubblici, all'accorpamento di più amministrazioni dello Stato, alla chiusura o alla rinegoziazione di contratti di locazione.

Lo comunica l'agenzia dopo l'incontro tra il direttore, Roberto Reggi (foto) e i sindaci dei capoluoghi della regione.

Durante l'incontro si è fatto il punto su federalismo demaniale, per il quale l'Agenzia ha accolto 541 richieste di trasferimento di immobili sulle 979 presentate, con 120 beni già passati agli enti locali.

Per quanto riguarda l'altro filone del federalismo, che riguarda i beni di demanio storico-artistico, l'Agenzia ha approvato 16 programmi di valorizzazione sui 56 presentati dai comuni, con 5 immobili già definitivamente trasferiti.

Ancora federalismo demaniale, ma questa volta in Campania: dove è stata trasferita al Comune di Aversa un’area di circa 42.903 mq chiamata ex Piazza d’Armi, inglobata nel tessuto urbano della città e costituente una cerniera con i comuni limitrofi.

Il trasferimento consentirà al Comune di Aversa di avviare un importante processo di sviluppo dell’area con la realizzazione di un centro sportivo polifunzionale a servizio dell’intera collettività e del più ampio comprensorio territoriale.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana: Castello SGR investe 135 milioni nel primo Nobu Hotel in Ital