Ultime notizie

9 Maggio 2023

Credem: Q1 2023, utile netto sale a 134,8 mln

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Credem ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un utile netto consolidato in crescita del 68,9% rispetto al primo trimestre 2022 e pari a 134,8 milioni di euro.

Il margine di intermediazione è aumentato del 33% a 475,6 milioni, con margine finanziario salito dell'82% a 234,8 milioni e un margine da servizi a 240,8 milioni (+5,3%). 

Quanto alla solidità patrimoniale, il coefficiente Cet 1 a livello di gruppo è al 15,51% e l'indicatore di vigilanza al 13,99%.

Sul fronte degli aggregati patrimoniali, la raccolta complessiva da clientela si attesta a 92,3 miliardi (+3,3% annuo). La raccolta diretta è di 37,1 miliardi (+8,4%) e quella indiretta a 47,2 miliardi (+1,3%). 

Gli impieghi a clientela sono in crescita del 3,2% annuo a 33,8 miliardi. I crediti problematici totali netti sono pari a 316,9 milioni, in calo del 15,2% rispetto a fine marzo 2022. Il rapporto tra crediti problematici totali lordi e impieghi lordi è al 2,11% (2,45% a fine marzo 2022). 

Angelo Campani, Direttore Generale Credem: “Gli eccellenti risultati che il Gruppo è in grado di generare con costanza e continuità, dimostrano che il nostro modello di servizio diversificato e calibrato in base ai bisogni dei clienti, è tra gli elementi chiave per continuare a crescere e generare valore per tutti i portatori di interesse, in un contesto esterno caratterizzato da una perdurante incertezza. Tutto ciò è possibile grazie all’impegno ed alla professionalità delle persone che operano nel Gruppo, che rappresentano un patrimonio inestimabile e sui cui continueremo ad investire con decisione. Nei prossimi mesi ci attendono sfide impegnative, ma sono convinto che saremo ancora una volta in grado di affrontarle con sicurezza e serenità per continuare ad essere un riferimento per famiglie, imprese e per la collettività”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi