Ultime notizie

14 Gennaio 2022

Consap: Fondo indennizzo risparmiatori e Fondo prima casa. I dati 2021

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

La pandemia ha innescato una crisi socioeconomica che ha reso necessari interventi a sostegno dei cittadini. Tra le misure messe in campo da Consap figurano il Fondo indennizzo risparmiatori e il Fondo prima casa.

Per il Fir, la Commissione ha reso noto di aver eseguito nel secondo semestre 2021 ulteriori 45.518 pagamenti per un totale di 417.478 milioni di euro.

La Commissione ha poi informato che nel corso del 2021 sono state valutate complessivamente 118.002 pratiche per un importo di oltre 745 milioni di euro, di cui 733.437.000 afferenti alla procedura forfettaria (117.027 pratiche) e 11.765.000 afferenti alla procedura ordinaria (975 pratiche).

Sono state invece 76.916 le domande ammesse al Fondo di garanzia per i mutui prima casa, rifinanziato di 242 milioni dalla più recente Legge di Bilancio che ha inoltre prorogato i termini per la presentazione delle domande d’accesso di sei mesi, a tutto il 2022. Rispetto al 2020, dunque, sono state concesse 32.434 garanzie in più, effetto dell’allargamento della concessione della garanzia prevista dal DL 73 del 25 maggio 2021, poi convertito nella Legge 106 del 23 luglio 2021.

In particolare, i dati indicano che l’incidenza di richiedenti under 36 è salita del 10% rispetto all’anno precedente, arrivando a toccare quota 67% (51.277) del totale delle garanzie concesse.

Vincenzo Sanasi d’Arpe, Amministratore Delegato Consap: “Il caso del Fondo di solidarietà per la sospensione dei mutui prima casa, con l’exploit di richieste pervenute (da poche centinaia al mese a più di 60 mila solo nel mese di maggio 2020), ha dimostrato che Consap deve saper rispondere prontamente alle mutevoli esigenze operative. Di recente abbiamo operato un riassetto dell’organizzazione societaria proprio per rendere la struttura sempre più efficiente ed efficacie verso le esigenze della collettività e della Pubblica Amministrazione. In questo modo ci proponiamo come terminale per l’affidamento di incarichi in tutti gli ambiti in cui si ravvisi la necessità di una compartecipazione tra sfera pubblica e privata, come nel caso dei rischi catastrofali, contesto nel quale l’Italia appare ancora in ritardo rispetto ad altre realtà europee. Consap continuerà ad essere al fianco dello Stato mettendo a disposizione il proprio know-how al fine di valorizzare e rafforzare la collaborazione tra pubblico e privato, indispensabile per accelerare il processo di sviluppo e modernizzazione del paese”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana: Castello SGR investe 135 milioni nel primo Nobu Hotel in Ital