Ultime notizie

21 Dicembre 2021

CampusX: a 10 ragazze afgane la possibilità di continuare a studiare in Italia

di E.I.

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Consentire a 10 profughe afgane la possibilità di proseguire gli studi universitari nel nostro Paese. Questo il progetto sviluppato da CampusX che, tramite la propria Fondazione Experience, fornirà gratuitamente l’alloggio per un periodo di tre anni. Le spese di vitto e di prima necessità saranno coperte da borse di studio finanziate da Fondazione CRT Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione Compagnia di San Paolo, REAM SGR, EY Foundation Onlus, Fondation Assistance Internationale e Fondazione Alberto e Franca Riva Onlus.

Al progetto hanno collaborato attivamente anche le Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Firenze, Torino oltre che il Politecnico di Torino fornendo assistenza nel processo di immatricolazione delle giovani afgane, oltre alla gratuità delle rette.

Alle studentesse sarà garantito supporto all’inserimento sociale e culturale grazie al contributo di Fondazione Emmanuel, organizzazione Non Governativa che dal 1992 è impegnata nell'accoglienza, orientamento e inserimento socio-lavorativo di richiedenti asilo, rifugiati, migranti e altre persone vulnerabili. Fondazione Emmanuel ha selezionato le giovani studentesse tra quelle ospitate nei centri di accoglienza e si occuperà di garantire loro consulenza socio-legale e psicologica e orientamento ai servizi del territorio.

Le prime tre ragazze individuate per beneficiare della borsa di studio su Torino sono Mina S., 20 anni, di Herat, che frequenterà il Corso di Laurea triennale in "Scienze e Tecnologie Informatiche" insieme ad Hasina R., 22 anni, di Kabul, e Nilofar N., 28 anni di Kunduz, che invece si è iscritta al Corso di Laurea Magistrale in "Quantitative Finance and Insurance". Tutte e tre frequenteranno l’Università di Torino che sta favorendo l'inserimento universitario in tutti gli adempimenti burocratici amministrativi. Nei prossimi giorni inizierà lo stesso percorso di inserimento per 2 studentesse a Firenze e poi altre 5 a Roma.

Ernesto Albanese, Presidente CampusX: “Siamo felici e onorati accogliere queste ragazze presso i nostri campus universitari CX PLACE di Torino, Firenze e Roma Tor Vergata. Questa iniziativa rispecchia i valori della community di CampusX, basata su sostenibilità, solidarietà ed inclusione. Siamo grati alle Fondazioni ed aziende che hanno accolto con entusiasmo il nostro invito a finanziare le borse di studio a copertura delle spese di vitto e delle altre necessità personali, nonché onorati di collaborare con Fondazione Emmanuel, che favorirà l’integrazione sociale e culturale delle giovani afgane. Infine, ringraziamo le Università per aver concesso a queste studentesse la gratuità delle rette. Siamo fiduciosi che, grazie a questo straordinario lavoro di squadra, queste dieci giovani donne potranno avere un futuro migliore e realizzare i sogni professionali che ognuna di esse coltiva”.

Giovanni Quaglia, Presidente della Fondazione CRT e di REAM SGR: “La Fondazione CRT e REAM SGR contribuiscono a garantire le risorse e un luogo per l’accoglienza e l’inclusione delle ragazze afghane che arriveranno a Torino, affinché possano vivere in sicurezza e costruire una prospettiva di futuro attraverso la formazione e lo studio: il mio auspicio è che queste giovani donne diventino next leaders, protagoniste a pieno titolo del mondo di oggi e di domani”.

Massimo Antonelli, CEO di EY in Italia e COO di EY Europe West: “Come EY Foundation e con tutto il network EY in Italia abbiamo voluto aderire immediatamente a questo progetto in quanto non solo risponde concretamente all’emergenza in Afghanistan, ma tocca tematiche importanti come la formazione dei giovani, l’empowerment femminile e l’inclusione. Tutti temi centrali per EY, il cui purpose è proprio quello di costruire un mondo del lavoro migliore a partire dalle nuove generazioni. Con questo progetto garantiremo a tre giovani donne la possibilità di studiare, crescere, integrarsi e vivere meglio; e siamo orgogliosi di farlo, per i prossimi tre anni, insieme a partner di altissimo profilo”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana: Castello SGR investe 135 milioni nel primo Nobu Hotel in Ital