Ultime notizie

11 Marzo 2022

ARUP e MC A per il Masterplan Campo di Marte di Firenze

di E.I.

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Il Comune di Firenze ha annunciato il vincitore del concorso internazionale di progettazione per la ristrutturazione dello Stadio Artemio Franchi e del Masterplan Campo di Marte. 

Arup, responsabile della progettazione architettonica e multidisciplinare del Franchi, ha lavorato in collaborazione con MC A - Mario Cucinella Architects alla progettazione del Masterplan Campo di Marte avvalendosi anche dell'esperienza di Cupelloni Architettura come consulente per il patrimonio edilizio del Novecento.


La riqualificazione dello Stadio Artemio Franchi è integrata nel Masterplan del Campo di Marte. Il progetto nasce dalla volontà di creare uno spazio pubblico per l'intera comunità, attrattivo non solamente in occasione della stagione calcistica, ma tutti i giorni dell'anno. 

Il progetto prevede di estendere la zona verde, antistante allo Stadio. La riqualificazione dei giardini Campo di Marte è stata concepita per dialogare con il quartiere e con la città ridisegnando cromaticamente il paesaggio verde a seconda dei cambi stagionali. Un’onda attraverserà i percorsi principali accompagnati da fioriture e colorazioni sui toni del viola, con punte di rosso e di bianco che ripropongono i colori simbolo della città e della squadra di calcio locale.

Lo spazio ripensato, unitamente all'ampliamento e alla riqualificazione delle infrastrutture verdi dell'area, rendono possibile l'integrazione tra diverse attività sportive, culturali e sociali.

Il progetto di riqualificazione dello stadio è rappresentato dalla nuova copertura. La forma e il profilo sono pensati per ridurre al minimo l'impatto visivo sullo skyline. Il nuovo sistema di copertura si lega al progetto originario di Pier Luigi Nervi andando a interrompersi e aprirsi in prossimità degli elementi iconici originali come la Torre di Maratona e la copertura della Tribuna d'Onore.

La strategia di sostenibilità dell'intervento si basa sul raggiungimento di uno sviluppo Net Zero Carbon tramite l'implementazione di strategie energetiche e di gestione delle acque volte a valorizzare il rapporto simbiotico tra lo stadio, il parco e gli altri edifici del masterplan. 

La nuova copertura dello Stadio permetterà la produzione di energia rinnovabile tramite pannelli fotovoltaici per servire sia lo Stadio sia gli edifici del masterplan permettendo anche la raccolta di acqua piovana che potrà essere riutilizzata per l'irrigazione dei campi e altri usi non potabili all'interno degli edifici.
 

Mario Cucinella fondatore e direttore creativo di Mario Cucinella Architects: “L'opera di Nervi ha ispirato architetti e ingegneri nel mondo e sono orgoglioso di essere stato tra i primi a difendere questo capolavoro e partecipare al progetto che lo riporterà nel presente con l'attenzione che merita. Il progetto per il Masterplan del Campo di Marte è stato pensato per la città e per integrarsi con la sua storicità e con il suo contesto naturale”. 

David Hirsch responsabile architettura di Arup: “Il progetto per la trasformazione dello Stadio Franchi rappresenta una straordinaria opportunità, un modello di recupero e valorizzazione del patrimonio architettonico italiano. La grande sfida è stata quella di confrontarsi con l'opera iconica di Pier Luigi Nervi e trovare un segno che ne rispettasse l'immagine proiettandola in un futuro armonico, moderno e sostenibile. Siamo entusiasti di essere i protagonisti di questa sfida progettuale, mirata a coniugare bellezza, funzionalità e rispetto del paesaggio storico, architettonico ed ambientale di Firenze intorno a un luogo simbolico per la città e la sua squadra”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi