NEWS

Uil, a quota 20,5 miliardi il conto totale di Imu e Tasi

di G.I. 6 Dicembre 2019

Oltre 25 milioni di proprietari di immobili diversi dall'abitazione principale, il 41% sono lavoratori dipendenti e pensionati, dovranno presentarsi alla "cassa" per l'Imu/Tasi. Con il saldo del prossimo 16 dicembre, infatti, si verseranno 10,3 miliardi di euro per l'Imu/Tasi: il conto totale, a fine anno, sarà di 20,5 miliardi di euro.

 

È quanto emerge dal Rapporto Imu/Tasi 2019, elaborato dal Servizio Politiche Territoriali della Uil. Il costo medio complessivo dell'Imu/Tasi su una seconda casa, ubicata in un capoluogo di provincia - spiega Ivana Veronese, Segretaria Confederale Uil - sarà di 1.070 euro (535 euro da versare con la rata di dicembre) con punte di oltre 2 mila euro nelle grandi città. Prendendo in considerazione i costi dell'Imu/Tasi sulle prime case cosiddette di lusso (abitazioni signorili, ville e castelli), sempre ubicate in un capoluogo di provincia, il costo medio sarà di 2.610 euro annui (1.305 euro per il saldo di dicembre), con punte di oltre 6 mila euro. Chi possiede una seconda pertinenza dell'abitazione principale della stessa categoria catastale (cantine, garage, posti auto, tettoie) verserà l'Imu/Tasi con l'aliquota delle seconde case, con un costo medio annuo di 56 euro (28 euro a saldo), con punte di 110 euro annui.

 

La media dell'aliquota applicata per le seconde case tra Imu e Tasi - aggiunge Ivana Veronese - ammonta al 10,4 per mille. In molti Comuni (480 municipi di cui 18 città capoluogo di provincia) è in vigore "l'addizionale Tasi", fino a un massimo dello 0,8 per mille, introdotta per finanziare negli scorsi anni le detrazioni per le abitazioni principali, così da portare in questi Comuni l'aliquota fino all'11,4 per mille.

 

In oltre 234 Comuni, quest'anno, le aliquote sono state riviste al rialzo, tra cui 4 città capoluogo di provincia (Torino, La Spezia, Pordenone e Avellino). In particolare, ad Avellino l'aliquota tra Imu e Tasi per le seconde case e altri immobili sale dal 10,5 al 10,6 per mille; a Torino alcune aliquote sono state modificate e, in particolare, l'aliquota sulle case affittate a canone concordato sale dal 5,75 al 7,08 per mille, mentre quella a canone libero dall'8,6 al 9,6 per mille; a La Spezia, sempre sulle case affittate a canone concordato, l'aliquota sale dal 4,6 al 6 per mille; a Pordenone, sui negozi sfitti, l'aliquota sale al 10,6 per mille. Di segno opposto le scelte fatte a Firenze, Grosseto, Pavia, Lucca, Taranto, Biella, Vercelli dove le aliquote scendono. 

 

Secondo i risultati del rapporto, al saldo di fine anno, i costi più alti in valore assoluto per una seconda casa di proprietà si registrano a Roma con 2.064 euro medi; Milano, con 2.040 euro; Bologna con 2.038 euro; Genova con 1.775 euro e Torino con 1.745 euro. Valori più "contenuti", invece, ad Asti, con un costo medio di 580 euro; a Gorizia con 582 euro; a Catanzaro con 659 euro; a Crotone con 672 euro e a Sondrio con 674 euro. Per una seconda pertinenza della stessa categoria catastale a Roma si pagano mediamente 110 euro annui; a Milano 99 euro; a Bologna 96 euro; a Firenze e Napoli 95 euro. Diciotto città capoluogo hanno confermato l'addizionale della Tasi sugli altri immobili per cui, in questi Comuni, le aliquote superano quella massima dell'Imu (10,6 per mille). In particolare, Roma, Milano, Ascoli, Brescia, Brindisi, Matera, Modena, Potenza, Rieti, Savona, Verona hanno scelto l'aliquota dell'11,4 per mille; Macerata l'11,3 per mille; Terni e Siena l'11,2 per mille; Lecce, Massa e Venezia l'11 per mille; Agrigento il 10,9 per mille. Altre 72 città capoluogo, sempre sulle seconde case, applicano l'aliquota del 10,6 per mille tra cui Torino, Bologna, Firenze, Napoli, Palermo, Bari. In 12 città capoluogo le aliquote sono sotto la soglia massima.

 

"I Comuni che hanno aumentato quest'anno le aliquote, dopo tre anni di blocco, non sono molti", ha commentato il segretario confederale della Uil, Ivana Veronese. "Dobbiamo, però, ricordare che nella maggior parte dei capoluoghi di provincia le aliquote erano già al massimo e che, nel 2019, quasi 4 mila Comuni sono andati al voto, appuntamento in prossimità del quale difficilmente vengono alzate le tasse", ha aggiunto. 

COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes 0.15 1.3300 42,600,358 0.191
Brioschi 1.71 0.0950 74,828,160 0.570
Coima Res 0.91 8.8800 320,626,235 0.245
Covivio 2.11 106.5000 9,288,919,989 0.154
Dea Capital 0.00 1.4660 390,853,339 0.175
Gabetti 0.34 0.2910 17,284,120 0.016
Heidelberg Cement 2.07 64.0600 12,710,559,517 0.038
Igd 0.32 6.2400 688,533,475 0.289
Mutuionline 0.69 22.0000 880,000,000 0.386
Nova Re 0.00 3.5000 38,543,939 0.001
Restart -1.34 0.7350 23,506,478 0.095
Risanamento 0.52 0.0390 70,232,925 0.098
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
0.56 1,190.0000 123,611 0.002
0.26 1,170.0000 99,278 0.064
0.00 909.3000 60,631,215 0.004
-0.32 277.0500 144,487,116 0.003
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
-1.50 103.8200 151,050,521 0.132
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
2.27 4.4180 0 0.000
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
-0.44 1,210.6000 0 0.101
0.00 94.0000 12,126,000 0.002
0.30 47.2000 2,832,000 0.012
-0.21 232.1000 0 0.015
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
-0.66 216.7500 34,680,000 0.012
1.84 570.4000 17,596,840 0.002
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE