Ultime notizie

10 Aprile 2024

Student Housing: accordo per 800 nuovi posti letto tra Cdp Real Asset Sgr e Finint Investments

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Oltre 800 nuovi posti letto dedicati agli studenti in tre città universitarie italiane: Padova, Modena e Pisa.  È il risultato dell’accordo tra CDP Real Asset SGR (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti) e Finint Investment (Gruppo Banca Finint) che oggi hanno annunciato l’ingresso del Fondo Nazionale dell’Abitare Sociale (FNAS) di CDP RA SGR nel Fondo Pitagora di Finint Investments, dedicato allo sviluppo di iniziative immobiliari nell’ambito del mercato degli alloggi per studenti.

CDP Real Asset ha infatti deliberato un investimento pari a 40 milioni di euro nel Fondo Pitagora, così da accrescere le risorse a disposizione del Fondo di Finint Investments – già raccolte da altri investitori istituzionali, e in fase di ulteriore fund raising – che raggiunge così una disponibilità di 80 milioni, confermando l’obiettivo di raccolta complessiva di 150 milioni.

Il nuovo apporto di capitale consentirà di completare due residenze universitarie a Padova e a Modena e di avviare un nuovo progetto a Pisa. Il tutto entro il 2026. 

In particolare, a Padova è in corso di realizzazione uno studentato di circa 100 posti letto che sarà ospitato all’interno del complesso delle “Due Torri” in Piazza Giovanni XXIII. A Modena saranno oltre 360 i posti letto disponibili dopo i lavori di costruzione di un edificio in Via Fanti, in un’area della città un tempo sede di una fonderia e interessata ora da un progetto di rigenerazione urbana che prevede anche l’adeguamento del servizio di trasporto pubblico, percorsi pedonali, e piste ciclabili. Accanto a questi due interventi, è allo studio la realizzazione di un progetto di studentato a Pisa che renderà disponibili oltre 370 nuovi posti letto.

Tutti i progetti propongono un nuovo modello di residenzialità, con un’offerta di alloggi dotati di servizi moderni a condizioni accessibili, nel più ampio rispetto dei parametri di sostenibilità, in grado di soddisfare le esigenze abitative dei giovani studenti fuori sede in un contesto funzionale e dotato di spazi comuni confortevoli da vivere e aree verdi e servizi per il tempo libero. 
La gestione delle strutture, che presentano un’offerta diversificata per tipologie e tempi di permanenza, avverrà attraverso la collaborazione con operatori specializzati nella conduzione di studentati, coinvolti fin dalle fasi di progettazione per realizzare strutture totalmente in linea con le esigenze degli utilizzatori finali.

Il Fondo Pitagora è stato creato nel 2020 da Finint Investments con la finalità di investire nel mercato immobiliare italiano in strutture da adibire ad alloggi per studenti, city users e giovani professionisti che si stanno affacciando al mercato del lavoro: in particolare il Fondo intende puntare su progetti di riqualificazione e rigenerazione urbana, valorizzando immobili situati in posizioni strategiche in città universitarie di medie dimensioni e con forte tendenza all’internazionalizzazione, con l’obiettivo di realizzare complessivamente circa 2.000 posti letto. 

Mauro Sbroggiò (nella foto) Amministratore Delegato di Finint Investments: “La nostra SGR è stata tra le prime in Italia a lanciare un fondo di student housing: questa è infatti una asset class a cui il settore immobiliare sta guardando con sempre più attenzione. Questo trend è alimentato da una serie di fattori, tra cui l’aumento della mobilità degli studenti, la crescente domanda di alloggi di qualità e un sempre maggiore interesse degli investitori per gli asset alternativi. Noi siamo convinti che questi investimenti aiutano i nostri studenti a vivere in ambienti più confortevoli che favoriscono studio e socialità e di conseguenza rendono le nostre università più attrattive e competitive sul mercato. Oggi nel nostro Paese sono presenti 97 istituti che accolgono ogni anno 1,7 milioni di studenti di cui 800 mila fuori sede residenti in Italia e 105 mila studenti fuori sede internazionali. Si stima che l’offerta strutturata di posti letto in studentati universitari copra circa l’11% della domanda. Proprio per colmare questo gap tra fabbisogno e offerta abbiamo scelto di investire nell’housing studentesco e siamo orgogliosi di accogliere CDP Real Asset SGR come partner: per noi e per il Fondo Pitagora rappresenta un ulteriore stimolo per realizzare progetti che mettono al centro lo sviluppo sostenibile e le tematiche sociali e ambientali”. 

Filippo Catena, Responsabile Fondi Abitare Sociale di CDP Real asset SGR: “Questo nuovo progetto che coinvolge tre città di eccellenza in ambito universitario - Padova, Modena e Pisa - rappresenta un ulteriore step del percorso di crescita e sviluppo promosso dal Fondo Nazionale dell’Abitare Sociale in favore di studenti fuori sede che ormai necessitano di soluzioni abitative e residenziali moderne, funzionali e rispettose dei principi ESG. CDP conferma ancora una volta la volontà di essere vicina al territorio e di rispondere alle esigenze dei giovani garantendo al contempo il sostegno alla competitività delle nostre città che ospitano sedi accademiche. La nostra strategia nell’ambito dell’abitare sociale è volta a incentivare interventi caratterizzati da un elevato impatto sul territorio e focalizzati sulle “3 S” dell’abitare sostenibile: social, student e senior housing”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana: Castello SGR investe 135 milioni nel primo Nobu Hotel in Ital