Ultime notizie

8 Marzo 2024

Coima, oltre 900 mln di raccolta per il Fondo Impact. Al via l’aumento di capitale

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Coima ESG City Impact Fund ha superato nel primo trimestre 2024 900 milioni di euro di raccolta e avvia l’aumento di capitale per il prossimo closing.

Contemporaneamente Coima SGR ha annunciato la costituzione di un nuovo fondo dedicato allo sviluppo dello studentato di Porta Romana a Milano, partecipato con un investimento di 50 milioni di euro dal Fondo Nazionale Abitare Sociale (FNAS) promosso e gestito da CDP Real Asset SGR - che si propone di promuovere interventi immobiliari fino a 1 miliardo di euro, con un elevato impatto sociale sul territorio e focalizzati sulle “3S” dell’abitare sociale: Social, Student e Senior housing - e dal Fondo Coima Housing come sottoscrittore di maggioranza.

Coima Housing è il fondo di Coima - aperto a soggetti pubblici e privati - dedicato al tema dell’abitare sostenibile, di cui il Fondo Impact è promotore e investitore con Intesa Sanpaolo, casse previdenziali e fondazioni bancarie.

Con la partecipazione del Fondo FNAS nel programma dedicato al settore studentati di Coima Housing, la dotazione di capitale del Fondo Impact raggiunge complessivamente oltre 1 miliardo di euro. L’impatto economico derivante dagli investimenti ad oggi in essere, unitamente alle partnership, ai coinvestimenti e ai finanziamenti bancari, ha superato 2 miliardi, con l’obiettivo finale di promuovere progetti per un valore di oltre 4 miliardi.

Il Fondo Impact, maggiore fondo di rigenerazione urbana nazionale, è oggi al 1° posto tra i peer group di sviluppo GRESB in Europa con rating a 5 stelle e si posiziona in un gruppo ristretto di soli 23 fondi a livello mondiale Global Sector Leader di sostenibilità – sulla base di una valutazione di 2.084 fondi di 75 Paesi.

Partenariato pubblico/privato a impatto zero

Lo studentato di Porta Romana, fra gli immobili idonei a ottenere il contributo economico del Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) sulla base del D.M. 481/24, prima della sua apertura nel 2026 ospiterà il Villaggio delle Olimpiadi Invernali Milano-Cortina. Il progetto rappresenta il primo tassello del grande piano di rigenerazione urbana dello scalo di Porta Romana, oggetto di una più ampia opera di riqualificazione da parte del Fondo Porta Romana, promosso e gestito da Coima SGR e con coinvestitori Prada Holding, Covivio e il fondo Coima ESG City Impact Fund.

 
Al termine dei Giochi il Villaggio Olimpico sarà restituito alla comunità cittadina attraverso la trasformazione nel più grande studentato d’Italia, con una superficie di circa 30.000 mq e circa 1.700 posti letto convenzionati, di cui il 30% a tariffa agevolata.

Edilizia residenziale pubblica e convenzionata

Il fondo Coima Housing investirà anche nello sviluppo del primo progetto di fair and affordable housing previsto nell’ambito della collaborazione fra Coima e CCL - Consorzio Cooperative Lavoratori siglata a marzo 2023, che sarà sviluppato sempre nell’ambito dello scalo di Porta Romana.

In particolare, nell’ambito dell’Accordo di Programma che prevede per lo scalo circa 50.000 mq di Edilizia Residenziale Sociale (ERS), CCL e il fondo Coima Housing svilupperanno la componente di edilizia convenzionata ordinaria (225 unità abitative per circa 17.000 mq) e la componente di edilizia residenziale pubblica (95 unità abitative per circa 5.000 mq).

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi