Ultime notizie

13 Novembre 2023

Mps, respinte in appello le richieste di risarcimento dei fondi Alken: gli advisor legali coinvolti

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

BonelliErede, con i partner Giuseppe Lombardi e Lazare Vittone e la managing associate Martina Ferrero, e Gatti Pavesi Bianchi Ludovici, con l’equity partner Carlo Pavesi e la partner Rita Clemente, hanno assistito Banca Monte dei Paschi di Siena davanti alla Corte di Appello di Milano nel giudizio promosso dai fondi di investimento Alken contro l’istituto senese, l’ex presidente avvocato Giuseppe Mussari (con l’avvocata Federica Nicolini), l’ex direttore generale Antonio Vigni (con l’avvocato Mauro Maniscalco), l’ex presidente Alessandro Profumo e l’ex amministratore delegato e direttore generale Fabrizio Viola (difesi dallo Studio Mariconda e Associati, con gli avvocati Vincenzo Mariconda e Guido Genovesi), l’ex presidente del collegio sindacale Paolo Salvadori (difeso dallo Studio Morbidelli Bruni Righi Traina e Associati, con gli avvocati Giuseppe Morbidelli e Roberto Righi), nonché contro la banca giapponese Nomura International PLC (assistita dallo studio Allen & Overy, con il partner Amilcare Sada e l’associate Matteo Fanton).

La Corte ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Milano con cui era stata rigettata la domanda per ottenere da Mps, dai suoi ex vertici e da Nomura il risarcimento dei danni, quantificati in circa 430 milioni di euro. I fondi sostenevano di aver acquistato azioni BMPS tra il 2012 e il 2016 sulla base di bilanci che si ritenevano viziati in ragione dell’erroneo trattamento contabile di un’operazione di finanza strutturata (convenzionalmente denominata “Alexandria”) e dei crediti deteriorati.

La Corte ha, inoltre, integralmente accolto l’appello incidentale proposto da Banca Monte dei Paschi di Siena, Nomura, dal dott. Antonio Vigni e dall’avv. Mussari e riformato la sentenza di primo grado nella parte in cui aveva parzialmente accolto la domanda di risarcimento danni formulata da un investitore retail, intervenuto nel giudizio di primo grado, in relazione ad acquisti di azioni Bmps dallo stesso effettuati nel corso del 2012. A tale riguardo, la Corte di Appello di Milano ha integralmente ribaltato quanto stabilito nella sentenza di primo grado, sancendo la correttezza della contabilizzazione dell’operazione “Alexandria” sin dalla sua stipula.

Il Group General Counsel di Banca Monte dei Paschi di Siena, Riccardo Quagliana, ha costantemente supportato il team dei legali in entrambi i gradi di giudizio.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest