Ultime notizie

4 Dicembre 2023

Allen & Overy: da clima, salute pubblica e AI i prossimi rischi di contenzioso per le imprese

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Tra gli eventi che maggiormente rappresentano un fattore di rischio di contenzioso per le imprese nel prossimo futuro ci sono il cambiamento climatico, la salute pubblica e l’Intelligenza artificiale. È quanto emerge dalla ricerca Managing future disputes risks realizzata da Allen & Overy. La survey ha coinvolto 750 business leader e senior legal executives di tutto il mondo.

I problemi legati ai mutamenti del clima rappresentano il maggiore fattore di rischio per il 58% degli intervistati, seguiti dalle catastrofi naturali (54%) e dalla salute pubblica (53%). Al quarto posto – sempre legati al comportamento dell’uomo sulla natura – i danni ambientali (come l’inquinamento o cambiamenti della biodiversità), votato dal 52% degli intervistati.

Si piazza, però, al quinto posto, slegato dalle questioni ambientali e dalla salute, l’Intelligenza artificiale, segnalata dal 50% degli intervistati. L’AI prevale sulla sicurezza energetica (46%) e sulle tensioni geopolitiche (38%).

Un aspetto fondamentale per cercare di prevenire e gestire i rischi di contenzioso è l’Horizon Scanning, ovvero quella pratica che permette di implementare sistemi, risorse e processi che consentono di disporre di dati affidabili sui rischi contingenti. Dallo studio emerge che più del 77% degli intervistati pensa che l’Horizon Scanning sia utile e consenta di creare valore, ma solo l’11% afferma di investirci.

La prevenzione, dunque, aiuta a tenere sotto controllo la gestione del rischio, la cui accettazione risulta fondamentale per il 57% dei rispondenti per costruire un vantaggio competitivo nei confronti dei competitor. Questa tendenza varia rispetto alle dimensioni delle aziende: le imprese con un fatturato superiore ai 10 miliardi di dollari si sono dichiarate più propense ad accettare i rischi.

Francesca Petronio, partner del dipartimento Litigation, Arbitration and Investigations di Allen & Overy: “La nostra survey ha evidenziato che le aziende sono molto consapevoli del rilievo del rischio contenzioso e del fatto che – soprattutto in un contesto globale sempre più complesso e dinamico – questo può avere un impatto determinante sulle loro scelte strategiche e in generale sul futuro del loro business. Qualunque sia la visione che un’azienda assume dei rischi, con una corretta pianificazione e visione strategica si può fare molto per creare la resilienza necessaria a mitigarne l’impatto. Mantenere un approccio proattivo, combinando competenze, innovazione tecnologica e comprensione delle dinamiche di mercato diventa fondamentale per mantenere valore e competitività, anticipare i rischi e comunicare stabilità e affidabilità verso tutti gli stakeholders”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Immobili all’asta: le procedure aumentano per la pr