Ultime notizie

25 Settembre 2023

Milano: via libera alla nuova stazione del passante ferroviario MIND-Merlata

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Con lo stanziamento del finanziamento da parte dell'Accordo di Programma Cascina Merlata parte il percorso di progettazione e realizzazione della nuova stazione MIND - Merlata della circle line del passante ferroviario. L’opera si aggiunge al processo di riqualificazione delle due aree di Cascina Merlata e di MIND. 

La nuova stazione implementerà la rete di infrastrutture del quadrante nord ovest di Milano e servirà il quartiere residenziale di UpTown-Cascina Merlata con 10mila residenti, il distretto MIND, dove insisteranno 80mila persone al giorno tra università e terziario avanzato, e Merlata Bloom Milano, shopping center di prossima apertura che farà da cerniera tra i due poli urbanistici.  

Per il finanziamento della progettazione esecutiva della nuova Stazione Ferroviaria sono stati stanziati 14 milioni di euro. I 14 milioni di euro in questione, la cui destinazione è stata frutto dell’espressione collegiale di tutti i membri dell’Accordo di Programma, sono dovuti al Comune di Milano come oneri da EuroMilano, che sta sviluppando il progetto UpTown Cascina Merlata: 10 milioni serviranno a finanziare (insieme a RFI e Arexpo) la nuova stazione, che verrà realizzata sulla linea ferroviaria Milano-Domodossola e, insieme a quella prevista nell’area Stephenson, servirà le linee S5, S6, nonché la futura Circle Line del Passante Ferroviario, con molteplici punti di connessione con la linea metropolitana cittadina (Milano Porta Garibaldi, Piazza Repubblica, P.Ta Venezia, ecc.) e con la rete nazionale dell’alta velocità (stazioni di Rho-Fiera e Porta Garibaldi).

La nuova stazione sarà baricentrica e accessibile da entrambe le aree tramite la passerella ciclopedonale già esistente, realizzata in occasione di Expo 2015, consentendo in tal modo di migliorare l’accessibilità ai servizi pubblici ed alle molteplici funzioni già esistenti e  a quelle previste.

I restanti 4 milioni saranno funzionali al completamento di alcune connessioni ciclabili, espressione delle esigenze del territorio e parte del nuovo biciplan metropolitano "Cambio", che in questa area prevede due percorsi volti a connettere territori della Città metropolitana divisi da infrastrutture autostradali e ferroviarie: 600 mila euro saranno destinati alla riqualificazione del capolinea tranviario in piazzale Cimitero Maggiore; 610 mila euro per un nuovo percorso ciclabile, parte della circolare 2 di Cambio, che collegherà il quartiere di Cascina Merlata con la linea 15 di Cambio e la stazione della metropolitana M1 di Molino Dorino; circa 2,6 milioni destinati a potenziare il sistema di mobilità dolce dei comuni limitrofi con la realizzazione di un tratto della circolare 3 di Cambio tra Pero e la stazione di Rho-Fiera e di un tratto della linea 13 tra Milano e Cornaredo.

In questo modo l’area del nord ovest milanese godrà di un’accessibilità multimodale e si integrerà sempre più nel tessuto metropolitano, si connetterà alle principali direttrici di traffico nazionale e internazionale oltre che al centro della città.

In quest’ottica la sinergia tra i due accordi di programma MIND e Cascina Merlata - e a loro volta l’interazione con l’Accordo ex Scali Ferroviari - hanno raggiunto un risultato che travalica i singoli ambiti di interesse. La fattiva collaborazione tra il settore pubblico e quello privato ha permesso e facilitato questo risultato, che amplia l’offerta del servizio di trasporto pubblico locale.

Luigi Borré, presidente di EuroMilano: “Con il via libera al finanziamento di 14 milioni per la progettazione della stazione MIND-Merlata il quadrante nord ovest milanese, anche grazie alla proficua sinergia tra i progetti di sviluppo e rigenerazione urbana MIND e Cascina Merlata, si sta confermando come una nuova centralità e motore della Milano del futuro. L’articolata e innovativa offerta di servizi pubblici e privati, rendono quest’area luogo attrattore di risorse e di energie, grazie al mix di funzioni residenziali, commerciali, culturali, scientifiche, terziarie avanzate che insistono sull’area. Questo risultato dimostra che quando le amministrazioni pubbliche e gli operatori privati agiscono in sinergia e con identiche vedute di sviluppo, i risultati sanno raggiungere soglie di eccellenza e riescono a soddisfare gli interessi generali dei territori di riferimento”.

Daniela De Pascalis, Direttore Sviluppo Immobiliare e Ambiente Arexpo: "Per Arexpo la stazione MIND-Merlata rappresenta un'opera decisiva per lo sviluppo di un'area, quella del Distretto MIND, che si sta già sviluppando e che rappresenta uno dei poli di eccellenza nel territorio del Nord Milano. Noi come Arexpo, siamo da tempo impegnati, insieme alle istituzioni e agli altri soggetti del distretto del Nord-Ovest, per contribuire all’attuazione di questa importante infrastruttura pubblica. Un’infrastruttura che il Programma Urbanistico di MIND prevede di realizzare assieme alle ulteriori opere di urbanizzazione già programmate e finalizzate a potenziare la rete del trasporto pubblico già presente”.

Carlo Masseroli, Direttore Strategia e Sviluppo Nhood: “Oggi assistiamo all’inserimento di un ulteriore tassello nella proficua collaborazione tra i diversi protagonisti della rigenerazione del quadrante nord-ovest di Milano e siamo orgogliosi che l’evoluzione naturale di questo coordinamento abbia come esito la realizzazione di ulteriori servizi per la collettività. La posizione centrale del lifestyle center Merlata Bloom Milano ci fa essere la “cerniera” di un grande sistema di interconnessione: insieme alle piste ciclopedonali, le due piazze pubbliche e i ponti che fanno già parte del nostro progetto, oggi aggiungiamo anche la biglietteria. È un altro modo per noi di proseguire il nostro contributo nella realizzazione di sistema di mobilità e connessione che non solo collegherà l’area nord-occidentale della città, della quale Merlata fa parte, ma soprattutto aggiungerà un ulteriore tassello al sistema di interconnessione sostenibile legata ai grandi progetti di trasformazione urbana di cui Milano e la Lombardia, oggi, sono locomotive del Paese”.

Francesco Mandruzzato, Commercial Director, Development & Infrastructure di Lendlease: “Il progetto della stazione MIND-Merlata, rappresenta un passo cruciale per lo sviluppo di MIND e del quadrante nord ovest della città, che ancora una volta si dimostra terreno di innovazione e luogo di riferimento per l’evoluzione di Milano. Questa nuova infrastruttura sarà un nodo strategico per potenziare le connessioni tra l'ecosistema dell'innovazione, il territorio e il nuovo quartiere residenziale e commerciale di Cascina Merlata. La stazione ha inoltre da sempre rappresentato un elemento chiave per lo sviluppo della parte est di MIND e l’insediamento del campus dell'Università di Milano che, a partire dal 2026, con le sue aule e laboratori, ospiterà oltre 23.000 persone ogni giorno tra studenti, ricercatori, docenti e staff – un flusso di cittadini che renderà MIND un quartiere sempre più vivo e popolato. In quest’ottica, lo snodo MIND-Merlata faciliterà gli spostamenti quotidiani tra il distretto e la città, segnando un passo significativo verso una Milano sempre più integrata, dinamica e connessa”.

Gianluca Comazzi, assessore regionale al Territorio e Sistemi Verdi di Regione Lombardia: “La realizzazione della nuova stazione di Cascina Merlata dimostra ancora una volta l’impegno di Regione Lombardia nella costruzione di un futuro migliore per il nostro territorio Milano vedrà così un miglioramento della connettività e degli spostamenti. Sono molto soddisfatto di vedere questa straordinaria opera prendere forma e di continuare a lavorare a fianco della comunità per un futuro sempre più prospero. La nostra visione è quella di unire progresso e sostenibilità, affrontando le sfide del futuro con progetti di qualità e di ampio respiro”.

Giancarlo Tancredi, assessore alla Rigenerazione urbana del Comune di Milano: “Un passo avanti determinante per la realizzazione di una nuova stazione ferroviaria con funzione urbana al servizio di MIND e del nuovo quartiere cittadino di Cascina Merlata, il cui il Comune ha svolto un ruolo fondamentale. La stazione è proprio in corrispondenza del nuovo Campus universitario dell’Università Statale, ed è un’opera che rientra pienamente nella strategia della Circle Line. Quello di MIND è uno dei più importanti progetti di rigenerazione urbana in corso, e con questo intervento assicuriamo a quest’area e al quartiere di Cascina Merlata un importante collegamento con il trasporto pubblico, nell’ottica di interventi che favoriscano la mobilità anche in una dimensione metropolitana”.

Francesco Vassallo, vicesindaco Città metropolitana di Milano: "La nuova stazione MIND-Merlata e l'ulteriore estensione della rete ciclabile del quadrante nord ovest del territorio metropolitano, contribuiscono significativamente a rafforzare un'offerta di servizi di trasporto metropolitano al passo con le più avanzate realtà europee.  La scelta di Città metropolitana di Milano di sottoscrivere il finanziamento per la realizzazione di queste opere, in uno dei più importanti poli di innovazione del territorio, si inserisce in un disegno di policentrismo metropolitano. Il nuovo assetto abiliterà infatti molti comuni esterni al capoluogo a standard normalmente riservati al centro città, offrendo più ampie opportunità di studio e lavoro in un territorio dai costi contenuti. Una scelta che contiamo incrementi l'attrattività del territorio metropolitano ed al tempo stesso costituisca una soluzione concreta al caro-vita delle grandi città".

Maria Rosa Belotti, sindaco di Pero: “Il comune di Pero, che ha partecipato all’Accordo di programma Cascina Merlata sin dall’inizio, ha posto l’attenzione sul valore aggiunto che devono dare i grandi progetti urbanistici in termini di connessioni con il territorio circostante. Salutiamo con favore l’accordo raggiunto sulle risorse da destinare alla nuova stazione MIND-Merlata perché rappresenta una grande opportunità per chi andrà ad abitare e visitare i nuovi quartieri. È importante che con le risorse residue si dia piena attuazione alle infrastrutture di mobilità dolce a supporto del sistema del trasporto pubblico, in particolare attraverso i percorsi ciclabili tra il quartiere di Cascina Merlata e comune di Pero, e da questo a tutta la rete ciclopedonale del quadrante nord ovest. Riteniamo estremamente fondamentale che il Comune di Milano tenga conto, nello sviluppo urbanistico, dell’importanza di dialogare con i comuni confinanti di prima cintura per creare le condizioni di riqualificazione e permeabilità dei margini delle rispettive città. Perché solo così i cittadini che assistono a queste trasformazioni le possano percepire e vivere concretamente come occasioni di miglioramento della qualità della vita”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest