Ultime notizie

14 Marzo 2022

Il Notariato Ue ammette l'Ucraina come membro osservatore

di E.I.

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

I 22 notariati membri del Consiglio dei notai dell'Unione europea, sotto la guida italiana di Giampaolo Marcoz, hanno tenuto nei giorni scorsi un incontro straordinario con il Presidente della Camera dei notai dell'Ucraina, Volodymyr Marchenko.
Il Consiglio ha deliberato, per conto dei 45.000 notai che rappresentano e su richiesta ufficiale dei notai membri degli Stati baltici e ucraini, di riconoscere all'unanimità lo status di osservatore della Camera dei notai dell'Ucraina libera, accogliendoli nella famiglia dei notai europea.


Secondo la delibera adottata: “I notai d'Europa … condannano fermamente l'aggressione ingiustificata che la Federazione Russa, sostenuta dalla Bielorussia, ha sferrato nei confronti del paese confinante, l'Ucraina, Stato indipendente e sovrano riconosciuto dalla comunità internazionale…. condannano ogni violazione del diritto internazionale e ogni tentativo di sostituire la forza al diritto”.


Per questo nel documento si specifica che: “I notariati d'Europa sostengono con forza la risposta unitaria europea e internazionale anche attraverso l'applicazione, nella loro attività, delle sanzioni decise dall'Unione Europea, che garantiranno la penalizzazione di tutti i responsabili di questo conflitto".


Il Notariato italiano ha dato applicazione a quanto deliberato dall’Unione Europea tra il 23 e il 28 febbraio scorso fornendo a tutti i notai d’Italia, sotto il profilo tecnico giuridico, i chiarimenti necessari ai fini della compatibilità delle sanzioni adottate verso la Russia con la condizione di reciprocità dei cittadini russi, facendo una attenta distinzione fra misure che riguardano soggetti inseriti in apposite liste compilate dall’Unione (quali il congelamento di fondi, il divieto di accordare prestiti e il divieto di negoziare titoli emessi da enti russi) e misure che riguardano tutti i soggetti di nazionalità russa (esecuzione di depositi presso enti creditizi, l’acquisto di valori mobiliari, la vendita di alcune tipologie di beni).


Il Comitato Direttivo dell'Unione Internazionale dei Notai, che rappresenta 91 notariati di tipo latino nel mondo, ha deciso di sospendere l'esercizio dei diritti nell'organizzazione dei Notai della Federazione Russa e della Bielorussia, in considerazione delle circostanze derivanti dall'invasione della Federazione Russa in Ucraina con l’aiuto della Bielorussia. 

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana: Castello SGR investe 135 milioni nel primo Nobu Hotel in Ital