Ultime notizie

4 Dicembre 2023

Effetti dell’AI: Spotify, in forte utile, licenzia il 17% del personale

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

La musica è finita per una parte dell’organico di Spotify. Per la seconda volta in quest’anno, il colosso svedese della musica e dei podcast prende in mano la forbice e taglia una fetta di personale: se a gennaio retò a casa il 6% dei dipendenti, ora tocca a stessa sorte al 17%. Spotify non lo ha detto esplicitamente ma non è escluso che il lavoro di questi circa 1.500 dipendenti venga svolto d’ora in poi dall’intelligenza artificiale.

Quello che, invece, sì ha detto l’azienda, per bocca del suo CEO Daniel Ek, è che “la crescita economica ha rallentato drasticamente e il capitale è diventato più costoso. Spotify non fa eccezione a queste realtà”.

Ek premette “che per molti una riduzione di questa portata sembrerà sorprendentemente ampia, data la recente trimestrale positiva e la nostra performance. Abbiamo discusso di eventuali riduzioni minori nel corso del 2024 e del 2025. Tuttavia, considerando il divario tra il nostro obiettivo finanziario e i nostri attuali costi operativi, ho deciso che un'azione sostanziale per ridimensionare i nostri costi era l'opzione migliore per raggiungere i nostri obiettivi".

Una struttura più snella – si giustifica ancora il CEO di Spotify – ci consentirà anche di reinvestire i nostri profitti in modo più strategico nel business".

Nel terzo trimestre 2023, Spotify ha registrato un utile netto di 65 milioni di euro, grazie a un margine lordo più elevato e a costi inferiori rispetto a quanto previsto. Tra questi ultimi, quelli relativi al marketing e, appunto, al personale.

Aumentano del 26% gli utenti attivi, ora a quota 574 milioni. Il numero di abbonati cresce del 16%, arrivando a 226 milioni.

Positivo anche il risultato dei ricavi totali, che registrano un incremento dell’11% attestandosi a 3,4 miliardi di euro, mentre il margine lordo è al 26.4%.

L’ultimo esempio di come l’AI venga applicata nell’offerta di Spotify è il lancio di Wrapped 2023, la raccolta che svela gli artisti, gli album, le canzoni, le playlist e i podcast più significativi dell’anno. Ma c’è anche l’esperienza personalizzata in-app, con cui scoprire e condividere la musica e i podcast più ascoltati da ogni utente.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Immobili all’asta: le procedure aumentano per la pr