Ultime notizie

16 Ottobre 2023

Casa: grandi città, nel 25,3% la disponibilità resta sotto 119 mila euro

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

La disponibilità di spesa nelle grandi città appare maggiormente concentrata nella fascia di spesa più bassa, quella fino a 119 mila euro. Questo è quanto emerge dall'analisi condotta dall’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa


Il trend non si discosta molto da quello registrato a gennaio. Le percentuali inoltre sono simili nelle due fasce di spesa immediatamente successive, rilevando quindi una distribuzione uniforme delle richieste nelle prime tre fasce di spesa.  Si segnala, rispetto a Gennaio 2023, un leggero aumento della concentrazione nelle fasce di spesa superiori a 250 mila euro.


Milano e Roma registrano una maggiore concentrazione nella fascia tra 250 e 349 mila euro rispettivamente con il 25,3% a motivo dei prezzi più elevati che interessano le prime due città più costose d’Italia: Milano e Roma. A Milano c’è stato un incremento dello 0,9% della concentrazione delle richieste nella fascia oltre i 630 mila euro.


Considerando la fascia di spesa più bassa, fino a 119 mila euro, è Genova la città che raccoglie la percentuale più elevata con il 60,4%, seguita da Palermo con il 53,2%. In quest’ultima città, invece, si registra un aumento significativo della concentrazione della disponibilità di spesa sulla fascia più bassa.


Nei capoluoghi di regione che non sono grandi città il 44,3% dei potenziali acquirenti dichiara di avere una disponibilità di spesa inferiore a 119 mila euro. La percentuale però è in diminuzione rispetto a gennaio 2023, quando era pari al 47,2%. La percentuale più elevata di richieste nella fascia di spesa più bassa si registra a Perugia con 73,8%. In queste realtà si segnala un aumento della concentrazione delle richieste (da 26,4% a 28,5%) nella fascia compresa tra 120 e 169 mila euro.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi