NEWS

Fine moratorie: In Italia passività potenziali pari all’1,6% del PIL

di E.I. 14 Giugno 2021
I crediti deteriorati, in assenza delle misure di sostegno al credito messe in campo dai Paesi europei durante la pandemia, sarebbero aumentati al livello elevato del 2012 in Francia, Italia e Spagna, e avrebbero registrato un aumento anche in Germania. È questa la fotografia scattata dalla nuova ricerca di Goldman Sachs sugli NPL nelle quattro maggiori economie europee. 
 
I ricercatori, guidati da Filippo Taddei, hanno anche analizzato la durata dei prestiti nell'ambito dei programmi di garanzia per valutare la probabile tempistica di future inadempienze e il potenziale costo fiscale nel tempo per i quattro Paesi. È emerso che, anche con ipotesi prudenti, i costi fiscali sono probabilmente gestibili, ma riscontrano variazioni sostanziali. Le passività potenziali potrebbero gravare maggiormente sulla Spagna, con un costo fino al 2,4% del PIL, seguita da Francia (1,7%) e Italia (1,6%), con costi inferiori in Germania (0,1%).
 
Nonostante la contrazione senza precedenti dell'economia europea, le moratorie sul debito e le garanzie di credito hanno contenuto con discreto successo i crediti deteriorati: i dati recenti indicano che gli NPL continuano a diminuire. 
 
Per Goldman Sachs, le politiche di sostegno al credito dovrebbero comunque concludersi presto e i governi si troveranno di fronte a una scelta. Estendere troppo a lungo il sostegno al credito potrebbe comportare un azzardo morale, con prestiti a settori improduttivi e non sostenibili che potrebbero ritardare l'aggiustamento dell'economia e aumentare eccessivamente il costo della recessione; un ritiro troppo brusco dei sostegni, d’altro canto, potrebbe innescare carenze di liquidità e uno shock, facendo aumentare i fallimenti in aziende altrimenti sostenibili.
 
Goldman Sachs invita i governi a valutare anche i rischi legati al massiccio piano di investimenti in arrivo, grazie ai fondi europei. 
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
00199843   2.8000 203,491,761 0.000
Aedes   0.1615 38,817,450 0.038
Brioschi   0.0894 70,417,237 0.013
Coima Res   6.7300 242,997,135 0.192
Covivio   79.8600 7,553,117,353 0.019
Dea Capital   1.2920 344,462,833 0.150
Gabetti Holding   1.7700 106,793,952 2.742
Heidelberg Cement   73.9800 14,678,850,968 0.008
Igd   4.1250 455,160,350 0.324
Mutuionline   50.4000 2,016,000,000 1.053
Nova Re   3.5800 39,424,943 0.011
Restart   0.3940 12,611,695 0.011
Risanamento   0.1474 265,444,440 0.910
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
  753.2000 78,238,650 0.008
  17.3800 1,474,745 0.011
  570.0000 38,007,030 0.001
  185.8000 96,898,416 0.027
  50.0000 13,423,700 0.000
  466.5000 56,913,000 0.000
  84.8000 178,531,390 0.000
  467.0000 52,956,866 0.000
  66.0000 96,025,182 0.017
  410.0000 23,124,000 0.000
  24.8500 1,528,374 0.000
  3.2800 0 0.001
  36.1050 2,484,024 0.000
  840.0000 0 0.010
  37.8750 4,885,875 0.092
  47.2000 2,832,000 0.012
  149.9200 0 0.007
  58.6500 37,922,504 0.000
  25.0100 4,001,600 0.061
  362.7000 11,189,295 0.003
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE