NEWS

Tira aria di patrimoniale sulla casa

di Maurizio Cannone 15 Settembre 2016

 

Quando un ministro prende le distanze dal Governo sulla possibile introduzione di una patrimoniale, probabilmente i giochi sono fatti.

 

Il 13 settembre, si è tenuto il seminario sulla Legge di Bilancio organizzato da NCD, il partito del ministro dell’Interno Angelino Alfano. Tra i temi trattati, la casa. Visto che da tempo si parla di patrimoniale, Alfano ha ribadito che “Diciamo un no a caratteri cubitali a qualsiasi ipotesi di introduzione della patrimoniale”. Fin qui tutto bene. Ma poi ha chiuso con, virgolettato, “Se ci sarà la patrimoniale non ci sarà il nostro voto”.

 

Che un ministro prenda le distanze da eventuali scelte del Governo di cui fa parte, potrebbe far pensare che dell’argomento si parli molto al Consiglio dei ministri. Che si scelga la trovata ad effetto, che nulla cambia nei fatti, perché ormai nulla di serio si può davvero fare, lo conferma l’intervento nella stessa sessione del vice ministro all'Economia, Luigi Casero, stesso partito di Alfano. “Sulla casa Ap (Alleanza Popolare) punta alla eliminazione di tutte le piccole tasse, come bolli e imposte di registro che penalizzano le transazioni e che rendono meno gettito di quanto costano”. Qualcosa doveva pur dire.

 

Perché nella stessa sessione era stato invitato anche il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa, che da qualche tempo sta diventando il vero leader del settore immobiliare. Parla chiaro, conosce il settore e di solito fornisce dati molto interessanti.

 

Durante il suo intervento ha ripetuto “Che la patrimoniale in Italia già c'è, è quella da quasi 22 miliardi sugli immobili diversi dall'abitazione principale. Una tassazione che toccava i 25 miliardi nel 2011, per ridursi poi di 3,5 miliardi a seguito della eliminazione della tassazione sull'abitazione principale. Ma altri interventi dovrebbero riguardare gli immobili ad uso diverso dall'abitativo, come quelli commerciali che sono locati ad artigiani e commercianti i cui proprietari sono piccoli investitori e che non danno più alcuna redditività in quanto la tassazione su tali immobili raggiunge l'80 per cento”.

 

Quindi, l’eliminazione delle tasse sulla prima casa ha tolto solo 3,5 mld sui 25 mld che gravano ogni anno sugli immobili. E’ importante, perché la tassazione sugli immobili è percepita come azzerata, da parte di tutti i governi. Tranne chi ne è colpito direttamente,  nessuno se ne accorge. Quindi la tentazione di colpirli nuovamente è molto alta. Se poi consideriamo che una parte degli investimenti immobiliari passa dai Fondi, tassare i grandi capitali è gioco facile.

 

In poche ore la presa di distanza di Alfano dal Governo trova motivazioni dai dati economici: Istat conferma la deflazione in Italia, la produzione industriale al -0,3%, tutti dati negativi, tanto che anche il ministro Padoan ha dovuto ammettere che procederà a ridurre le previsioni governative.

 

E se l’economia non riparte, c’è solo una strada.

"Noi lo diciamo con chiarezza: tutto ciò che serve all'edilizia scolastica non può essere bloccato dal Patto di stabilità". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel corso della sua visita alla scuola primaria antisismica di Bagnolo Piemonte (Cuneo). E’ quello che abbiamo fatto mettendoci dei soldi quando siamo arrivati al Governo, perché io e Delrio venivamo dall'esperienza dei Comuni e adesso siamo pronti a fare ogni tipo di investimento sull'edilizia scolastica perché tutto ciò che serve alla stabilità delle aule dei nostri figli è più importante della stabilità delle infrastrutture tecnocratiche e finanziarie. Su questo non si scherza".

 

Insomma l’Ue ci deve dare maggiore flessibilità nei conti.

La risposta è arrivata subito. Il presidente della Commissione Ue, Junker: “La legge di stabilità non diventi legge di flessibilità”. Non se ne parla, rispettate i vincoli di bilancio. Senza la possibilità di emettere nuovo debito, non c’è alcuna possibilità che l’Italia possa mettere in cantiere iniziative concrete.

 

E la patrimoniale sugli immobili si avvicina.

COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
00199843 -6.67 2.8000 203,491,761 0.000
Aedes -1.09 0.1820 43,744,743 0.086
Brioschi 3.41 0.1030 81,129,479 0.327
Coima Res -0.86 6.9100 249,496,316 0.138
Covivio -2.35 77.3000 7,310,993,881 1.142
Dea Capital 0.00 1.3500 359,926,335 0.289
Gabetti -1.19 1.3300 80,246,303 0.502
Heidelberg Cement 0.00 74.0000 14,682,819,298 0.004
Igd -3.28 4.4300 488,814,630 4.236
Mutuionline 0.37 41.0500 1,642,000,000 1.538
Nova Re 0.00 3.6200 39,865,445 0.003
Restart -1.90 0.4120 13,187,864 0.007
Risanamento 7.11 0.1718 309,385,039 6.217
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
1.38 660.0000 68,557,500 0.012
0.00 17.3800 1,474,745 0.011
-0.36 585.0000 39,007,215 0.002
0.05 185.1000 96,533,352 0.048
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
0.40 63.0000 91,660,401 0.039
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
-1.98 3.0000 0 0.042
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
0.27 815.6000 0 0.012
2.23 37.8750 4,885,875 0.092
0.30 47.2000 2,832,000 0.012
0.08 144.6400 0 0.006
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
0.60 25.0100 4,001,600 0.061
0.00 380.7500 11,746,138 0.002
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE