Ultime notizie

16 Gennaio 2024

Superbonus, Confedilizia: serve uno sforzo in più dal Governo per evitare il caos

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Confedilizia torna sul decreto che ha ridefinito le condizioni per usufruire ancora del Superbonus e chiede a Governo e Parlamento “uno sforzo in più”.

Lo fa partendo dagli ultimi dati comunicati dall’Enea relativi alla situazione della maxi agevolazione al 31 dicembre scorso, ovvero:

-104.856 condomini che hanno maturato un totale di investimenti ammessi a detrazione pari a 64,01 miliardi di euro. Il totale dei lavori realizzati è pari a 54,32 miliardi di euro, che corrisponde all’84,9%;

-240.441 edifici unifamiliari che hanno maturato un totale di investimenti ammessi a detrazione pari a 27,46 miliardi di euro. Il totale dei lavori realizzati è pari a 25,98 miliardi di euro, che corrisponde al 94,6%;

-116.128 unità immobiliari funzionalmente indipendenti che hanno maturato un totale di investimenti ammessi a detrazione pari a 11,20 miliardi di euro. Il totale dei lavori realizzati è pari a 10,74 miliardi di euro, che corrisponde al 95,8%.

Le rilevazioni considerate non comprendono i lavori relativi al super-sismabonus.

“Apprezziamo – si legge in una nota di Confedilizia firmata dal presidente Giorgio Spaziani Testa – il passo avanti compiuto con questo provvedimento ma al Parlamento e al Governo chiediamo uno sforzo in più. Occorre fare tutto il possibile per limitare al massimo le conseguenze che il passaggio dalla detrazione del 110% a quella del 70% comporta, con enormi problemi economici per le famiglie e un gigantesco contenzioso alle porte. Abbiamo, per questo, proposto alcuni correttivi al decreto”.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:   Student Housing: accordo per 800 nuovi