Ultime notizie

17 Ottobre 2023

Inflazione e rivalutazione del TFR, una zavorra per le piccole imprese

di red

Condividi:
Facebook
Linkedin
Twitter
Whatsapp
16x9
Angle Left
Angle Right
ADV 970x90

Circa 1.500 euro in più per ogni dipendente. È il costo che potrebbe avere per le piccole imprese la rivalutazione del Trattamento di Fine Rapporto (il TFR) a causa del boom dell’inflazione, secondo le stime della CGIA. L’Ufficio studi dell’associazione artigiani e piccole imprese calcola che, complessivamente, le aziende con meno di 50 dipendenti potrebbero trovarsi sotto questa voce un salasso di almeno 6 miliardi di euro in più.

Va ricordato che chi lavora in una piccola realtà imprenditoriale ha la possibilità di destinare il proprio TFR a un fondo di previdenza complementare oppure di lasciarlo in azienda, scelta, quest’ultima, che sembra la più numerosa. La legge prevede che l’importo accantonato del Trattamento di Fine Rapporto venga rivalutato ogni anno dell'1,5%, a cui si aggiunge il 75% della variazione dell'inflazione a dicembre rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Tenendo conto che l’accantonamento di ciascun dipendente è legato all'anzianità di servizio, la CGIA ha fatto questi calcoli:

-un dipendente con anzianità di 5 anni presso la stessa azienda avrà una rivalutazione del Tfr di circa 590 euro in più rispetto a quello che gli veniva riconosciuto dall’assunzione fino al 2020;

-con anzianità di 10 anni avrà una rivalutazione di 1.375 euro in più;

-con anzianità di 15 anni, un aggravio di circa 2.000 euro;

-con anzianità di 20 anni, un costo extra di quasi 2.600 euro.

La CGIA ha ipotizzato che a percentuale di lavoratori che lasciano il proprio TFR in azienda sia attorno al 66% del totale. Calcolando un’anzianità media di 10 anni, la variazione della rivalutazione del Trattamento rispetto alla media riconosciuta nel periodo che va dall’assunzione del dipendente al 2020, è stata positiva e prudenzialmente pari ai già citati 6 miliardi.

7x10

È online il nuovo numero di REview. Questa settimana:     Demanio; entro il 2026 invest