NEWS

Investimenti immobiliari in Italia, è il momento degli asset class alternativi

Il capitale straniero si conferma protagonista

di C.P. 28 Luglio 2015

Continua a crescere il volume degli investimenti immobiliari in Italia: nel primo semestre dell’anno hanno toccato quota 3,6 miliardi di euro: oltre il doppio di transato rispetto al primo semestre 2014, secondo i dati elaborati da CBRE Italia.


 

Il capitale straniero si conferma protagonista, rappresentando l’80% degli investimenti totali del primo semestre, con quasi 2,9 miliardi investiti.

 

La metà del capitale investito proviene dagli Stati Uniti, seguiti da Medio Oriente e UK.

 

Gli stranieri, come Tristan, Cerberus, TPG, KKR, hanno scelto prevalentemente di scommettere su portafogli immobiliari.

 

Tornano gli investimenti nel settore direzionale di Milano e, con quasi 1 miliardo di euro investiti nel primo semestre: il dato semestrale è il più elevato dall’inizio del 2000.


 

“I risultati della prima parte dell’anno si confermano positivi, nonostante i timori legati alla situazione finanziaria e politica Europea e globale - conferma Alessandro Mazzanti (foto), Ceo di Cbre Italia  -.

 

Le macro-tendenze in atto lasciano prevedere che l’asset class immobiliare continuerà ad essere più attraente rispetto alle altre ancora per qualche anno.

 

La fiducia degli investitori nell’Italia si sta rafforzando, grazie anche ai primi segnali di ripresa dell’economia reale emersi nei primi mesi dell’anno: la produzione industriale ha mostrato per la prima volta da anni segni di ripresa e le vendite nel commercio hanno finalmente interrotto la spirale negativa.

 

Unito a ciò, la maggiore liquidità disponibile sui mercati e il nuovo capitale in ingresso in Europa, soprattutto dall’Asia, continueranno a favorire l’immobiliare.”

 

Da segnalare anche l’esaurimento graduale di prodotto prime e la crescente ricerca di rendimenti elevati: due fattori in grado di spostare il target di un numero maggiore di investitori verso asset class alternative (centraline telefoniche, caserme, hotel, mix- used, etc), che hanno già rappresentato il 53% del volume investito nel semestre in esame.

 

“La carenza di prodotto Investment Grade - prosegue Mazzanti - si conferma oggi uno degli elementi principali che potrebbe rallentare il volume futuro degli investimenti in Italia nei prossimi mesi.

 

Due canali importanti per favorire la crescita dello stock Investible nei prossimi mesi/anni saranno gli NPLs e la gestione attiva degli immobili esistenti”.


 

“A questo proposito – conclude il Ceo – il Governo sta cercando di rendere più semplice la dismissione di NPLs e a giugno ha approvato un decreto che consente di dedurre i crediti svalutati dalle banche in un anno anziché in cinque, allineando l’Italia ai principali Paesi europei.

 

Sta inoltre studiando la possibilità di gestire i crediti in sofferenza attraverso la creazione di una bad bank, ciò che potrebbe rendere il mercato più dinamico nel futuro. Infine, la maggior parte del prodotto disponibile oggi sul mercato è costituita da immobili che necessitano di un’intensa attività di asset management.

 

L’auspicio per il futuro è che il mercato sia in grado di rispondere con proposte in linea con la domanda del mercato per gestire in modo efficiente ed efficace gli immobili, allargando l’offerta di prodotto a nuove tipologie come student housing, health care,residenziale/multifamily etc.

 

In questo modo avremo maggiori possibilità di attrarre anche nuovi capitali, internazionali e non, che già sono approdati nei mercati più maturi Europei”.

 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes -3.45 0.8400 26,905,489 0.022
Brioschi -1.65 0.0716 56,396,803 0.063
Coima Res 2.54 6.4600 233,248,365 0.111
Covivio -6.68 53.1000 4,633,390,720 0.294
Dea Capital 1.17 1.3860 369,524,371 0.284
Envision Solar International Inc - Warra -9.26 2.4500 178,055,291 0.000
Gabetti 0.00 0.3220 19,125,384 0.018
Heidelberg Cement -2.16 45.2000 8,968,424,760 0.026
Igd -0.15 3.2450 358,059,475 1.429
Mutuionline 3.71 17.9000 716,000,000 0.590
Nova Re -2.46 2.7700 30,504,775 0.019
Restart 1.36 0.4480 14,338,494 0.003
Risanamento -1.57 0.0625 112,552,765 0.528
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
-1.62 910.0000 94,526,250 0.002
-1.23 600.0000 50,911,800 0.021
1.23 642.8000 42,861,261 0.001
-0.12 216.5000 112,909,080 0.024
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
-2.64 58.3200 84,851,343 0.015
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
0.00 3.6500 0 0.000
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
0.40 1,007.6000 0 0.029
2.19 31.0350 4,003,515 0.000
0.30 47.2000 2,832,000 0.012
0.00 182.0000 0 0.000
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
-0.95 118.8600 19,017,600 0.042
0.00 569.4000 17,565,990 0.000
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti