NEWS

Gli italiani rimandano gli investimenti immobiliari

6 Gennaio 2017

Dai dati Istat sul potere d’acquisto degli italiani emerge che nonostante nel III trimestre del 2016 si sia registrato un incremento del potere d`acquisto delle famiglie dell’1,8% su base annua e il reddito disponibile sia salito dell`1,9%, i consumi sono rimasti sostanzialmente al palo.

 

Commentando i dati, Adusbef e Federconsumatori rilevano che “l’aumento del potere d’acquisto delle famiglie è vanificato dal livello allarmante della disoccupazione, che abbatte il reddito reale di oltre 400 euro a famiglia. Potremmo anche convenire sull’aumento del reddito reale di cui parla l’Istituto di Statistica, tuttavia ci preme sottolineare che il punto chiave della questione è un altro, poiché tale incremento viene nei fatti vanificato dall’attuale contesto socioeconomico. Consideriamo prima di tutto che il potere d’acquisto viene eroso dalle drammatiche vicende che hanno mandato in fumo i risparmi di centinaia di migliaia di cittadini per parecchi miliardi di euro attraverso l’abbattimento l’azzeramento di azioni e obbligazioni bancarie”.

 

Carlo Rienzi, presidente del Codacons: “Questo perché gli italiani, in una fase di grande incertezza economica e politica, sono diventati sempre più “formiche”, ossia hanno incrementato il risparmio mettendo da parte i soldi, rimandando al futuro gli acquisti. Non a caso la propensione al risparmio risulta in crescita dello 0,6% rispetto allo stesso trimestre del 2015″. “Questo – continua Rienzi – non è certo un bene per l`economia nazionale, perché attesta un clima di generale sfiducia da parte delle famiglie le quali, pur essendo in condizione di spendere di più rispetto al passato, continuano a contenere i consumi”.

 

Tra le spese rimandate al futuro, spiccano gli investimenti nel mattone. Il tasso di investimento delle famiglie consumatrici (definito come rapporto tra investimenti fissi lordi delle famiglie consumatrici, che comprendono esclusivamente gli acquisti di abitazioni, e reddito disponibile lordo) nel terzo trimestre 2016 è stato pari al 5,9%, risultando invariato rispetto tanto al trimestre precedente che al corrispondente trimestre del 2015.

COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes   1.2320 39,461,384 0.049
Brioschi   0.1000 78,766,485 0.082
Coima Res   9.1000 328,569,678 0.151
Covivio   105.2000 9,175,534,111 0.071
Dea Capital   1.4300 381,255,303 0.358
Envision Solar International Inc - Warra   3.6500 265,266,046 0.000
Gabetti   0.3920 23,283,076 0.184
Heidelberg Cement   57.4000 11,389,105,780 0.082
Igd   5.8000 639,983,037 1.536
Mutuionline   20.6000 824,000,000 0.619
Nova Re   3.2500 35,790,801 0.000
Restart   0.6000 19,203,340 0.080
Risanamento   0.0724 130,381,123 2.799
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
  1,139.0000 118,314 0.039
  1,195.0000 101,399 0.168
  894.0000 59,611,026 0.003
  238.0000 124,121,760 0.006
  50.0000 13,423,700 0.000
  466.5000 56,913,000 0.000
  84.8000 178,531,390 0.000
  467.0000 52,956,866 0.000
  99.0000 144,037,773 0.048
  410.0000 23,124,000 0.000
  24.8500 1,528,374 0.000
  4.1520 0 0.000
  36.1050 2,484,024 0.000
  1,282.0000 0 0.042
  68.0100 8,773,290 0.003
  47.2000 2,832,000 0.012
  234.0000 0 0.003
  58.6500 37,922,504 0.000
  214.1500 34,264,000 0.073
  555.0000 17,121,750 0.021
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti