NEWS

Uffici temporanei: grande opportunità per il mercato (video)

di G.I. 29 Settembre 2018

Flessibilità, costi, tempi, ambiente, sicurezza, rapidità e semplicità del processo di locazione. Sono solo alcune delle caratteristiche dei nuovi spazi di lavoro. Smartworking, coworking, in qualunque modo ci si riferisca agli spazi condivisi, si tratta di un fenomeno sempre più competitivo nel breve periodo, che si sta affermando come modello consolidato di ufficio. Anche in Italia la diffusione è ampia e offre opportunità importanti per gli operatori. In particolare, per advisor e agenti immobiliari.

 

Monitorimmobiliare ha seguito in qualità di media partner l’evento organizzato da IGW in Porta Nuova a Milano, dal titolo “Uffici condivisi: un tesoro per gli agenti immobiliari”. Un’occasione di confronto tra operatori che possono sfruttare la crescente domanda di coworking. Il principale vantaggio di questo tipo di soluzione è la flessibilità, la possibilità di fruire di uno spazio solo in caso di bisogno, nel luogo più adatto alle proprie esigenze, nel momento più opportuno secondo la programmazione aziendale.

 

I numeri del fenomeno

Sono oltre 600 gli uffici condivisi in Italia, la maggior parte a Milano e Roma, ma con una buona presenza anche nei centri di media grandezza. Nella sola città di Milano i centri IWG Regus per il coworking e servizi collegati sono 23 per un totale, solo nel capoluogo lombardo, di 45.000 metri quadrati disponibili.

 

Sono numeri che fanno capire come il mercato sia completamente cambiato e lo farà ancora di più nei prossimi anni. Tanto da modificare anche la mappa dei grandi proprietari immobiliari. Sulle prospettive future per questo tipo di servizi le previsioni sono positive.

Il gran numero di questi centri per il coworking rende necessaria l’ottimizzazione delle strutture. Che si traduce nella ricerca costante di utilizzatori. Il turn over è evidentemente maggiore rispetto alle locazioni tradizionali, il che si traduce in un ricorso costante alla rete di agenti immobiliari autonomi, che possano assicurare la riassegnazione degli spazi.

 

Settore in ripresa

I dati presentati al convegno da Marco Leone, senior advisor di Nomisma, attestano che il settore uffici è in ripresa, con Milano sempre in prima linea. Lo scenario sta cambiando e le stime per il futuro sembrano indicare un andamento positivo per il fenomeno. Secondo i dati Nomisma nel 2017 il 40% degli spazi flessibili ha fatto registrare una performance positiva, con rendite tra il 3% e il 4,5%. Secondo gli operatori il guadagno è generato non tanto dalle postazioni in affitto, quanto da un sistema di rapporti alimentato dalla socializzazione e dalla condivisione delle opportunità.

 

Il ruolo degli agenti immobiliari

Il tema nuovo, al centro della tavola rotonda sullo Smartworking, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni degli agenti immobiliari, ha riguardato le possibilità di ricavi da parte di una categoria fondamentale per il settore: l’agente immobiliare o advisor per i profili più elevati. Il nuovo modo di intendere il lavoro offre a questi soggetti nuovi strumenti da aggiungere al proprio portafoglio di offerte, con vantaggi sia per chi è in possesso di spazi da affittare sia per chi è alla ricerca di uffici flessibili che si adattino alle necessità del momento. Come per tutte le nuove tendenze permangono alcuni punti da valutare, in attesa di poter definire una prassi per il trattamento di questo tipo di contratti. Soluzioni condivise per poter gestire al meglio un fenomeno in continua ascesa.

 

 

Le interviste

Santino Taverna, presidente nazionale Fimaa: “Lo smartworking può avere un significato importante nei grandi centri, mentre nelle piccole città ci sono difficoltà maggiori. Per quanto riguarda la categoria degli agenti immobiliari questa novità può certamente costituire un’opportunità. Ci sono aspetti come quello fiscale da approfondire, sui quali si potrebbero avere difficoltà, ma in questa fase di cambiamento del mercato immobiliare questa tipologia di contratto merita attenzione. Serve cercare le migliori soluzioni per gli operatori e per chi ha questi spazi da locare”.

 

Marco Leone, senior advisor Nomisma: “In Italia il mercato del direzionale si sta riprendendo. Milano è sempre in prima posizione, poi arrivano Roma e le altre città. Eventi come questo possono costituire un punto d’incontro tra realtà che possono unire una visione locale e network globale, perché ci sono opportunità di sviluppo immobiliare anche nelle medie e piccole città, che possono passare attraverso queste nuove formule. Le medie città di provincia italiane, come Torino, Bologna o Padova, sono città con un tessuto imprenditoriale interessante, medie imprese crescenti e dinamiche, quindi le soluzioni di uffici flessibili sono fruibili anche nelle città intermedie”.

 

Mauro Mordini, country manager IWG Group: “Il nostro gruppo fa fronte a una domanda sempre più importante di aziende che vogliono lavorare in modo flessibile. Il mercato richiede però anche un servizio oltre alla fruizione di uno spazio, come la costruzione di una community e la gestione degli spazi a 360 gradi. l’ufficio è ormai diventato uno strumento di lavoro da utilizzare in modo flessibile, sia perché le esigenze delle aziende si espandono e si restringono a causa dell’andamento del mercato, ma anche in termini di location. Gli agenti immobiliari sono il primo punto dove le società approdano quando hanno bisogno di spazi. Questo tipo di collaborazione è in espansione all’estero, in Italia bisogna fare un po’ di cultura, educare le aziende a questo nuovo servizio”.  

 

Mario Condò de Satriano, vicepresidente nazionale Fiaip: “La condivisione degli spazi nell’evoluzione del mercato immobiliare è ormai una realtà, non soltanto il coworking ma anche condivisione di spazi residenziali. Dai nostri dati Roma e Milano assorbono oltre la metà del mercato delle locazioni in coworking, sono quindi i due mercati principali dove funziona e funzionerà questo tipo di contratto. L’agente immobiliare potrà, dove il mercato lo consente, gestire questo tipo di contratto e quindi ampliare il proprio portafoglio di offerte. Esiste anche la possibilità di ricercare nuovi immobili da poter riqualificare con questa destinazione”.



Questo articolo, con le videointerviste, è presente su REview di questa settimana. Leggi gratuitamente il numero completo!

MAPPA
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes 2.89 1.4816 47,382,041 0.192
Beni Stabili -1.10 0.7210 1,636,376,411 4.123
Brioschi 1.74 0.0586 46,157,160 0.007
Coima Res 0.29 6.8600 247,008,020 0.033
Dea Capital 0.16 1.2680 388,784,143 0.080
Gabetti 1.99 0.2560 15,017,577 0.041
Igd -1.93 5.6800 626,742,009 1.356
Italcementi 0.00 10.5800 3,695,283,794 0.000
Mutuionline 2.94 16.7800 671,200,000 0.733
Nova Re -1.71 4.0000 41,512,700 0.002
Risanamento 1.08 0.0188 33,855,872 0.033
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
0.37 1,370.0000 142,309 0.011
-0.60 979.1000 83,079,572 0.009
0.00 839.9000 56,003,692 0.000
-0.38 237.0000 123,600,240 0.028
-2.05 13.4680 8,080,840 0.001
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
0.13 79.4000 115,521,204 0.058
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
0.00 3.4285 0 0.000
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
0.00 1,024.0000 0 0.022
0.53 398.2000 51,367,800 0.035
0.00 240.0000 14,400,000 0.000
-0.08 242.0000 0 0.004
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
0.00 663.8000 106,208,000 0.002
0.11 565.6000 17,448,760 0.004
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE