NEWS

Pictet AM: i rendimenti al rialzo minano la fiducia degli investitori

di Andrea Delitala e Marco Piersimoni - Pictet Asset Management 13 Febbraio 2018

La seconda metà di gennaio è stata caratterizzata e segnata dalla violenta risalita dei rendimenti sui mercati obbligazionari globali. In un contesto macroeconomico di crescita robusta e sincronizzata i timori che pressioni inflazioniste possano indurre le banche centrali ad accelerare il sentiero dei rialzi dei tassi di riferimento (FED, BOE) o l'uscita dalle misure straordinarie di stimolo (ECB, BOJ) ha indotto molti investitori ad alleggerire le posizioni sul reddito fisso. I timori che tassi reali in eccessiva risalita possano risultare un ostacolo alle dinamiche di crescita induce alla cautela, dopo i rialzi di inizio anno, sui listini azionari. La correzione in atto sembra essere di natura tattica, ma di profondità potenzialmente più importante rispetto a quelle osservate nel 2017. Il dollaro americano prosegue nella propria tendenza al ribasso contro le valute del G10.

 

Nonostante il movimento al rialzo sui rendimenti ci abbia sorpreso in termini di estensione, avvicinandosi rapidamente a quota 3% di rendimento sul decennale americano, rimaniamo strategicamente sottopeso sulla componente obbligazionaria dei portafogli. La violenza del movimento al rialzo dei rendimenti (anche quelli reali) sembra aver minato la fiducia degli investitori negli attivi a rischio. Le valutazioni azionarie sono state riportate su valori più accettabili: il rapporto P/E sugli utili a 12 mesi per l’indice S&P500 è passato da 18.5 a 17 (livello di novembre 2016 nel momento della vittoria di Trump) mentre per l’Europa ci attestiamo su 13.5 volte (stesso livello del primo trimestre 2015 quando Draghi ha iniziato il QE).

 

Crediamo che la correzione rappresenti un’opportunità di acquisto e non la fine del bull market che ha segnato gli ultimi anni, tuttavia pensiamo che questo episodio possa rappresentare un elemento di rottura rispetto al recente passato: ci aspettiamo che il ritorno di un regime di volatilità in linea con quella storica possa introdurre opportunità tattiche. Indicatori utili da tenere sotto osservazione nel corso delle prossime sessioni sono: futures VIX e i tassi sul decennale USA (attenzione al 3%). Una normalizzazione della volatilità potrebbe creare il segnale per far riprendere quota ai mercati. Per quanto riguarda le scelte settoriali nel comparto azionario rimaniamo positivi sul settore bancario (al margine beneficiario di tassi più elevati e curve più pendenti) e cauti sulla tecnologia (settore con posizionamento pesante e potenzialmente penalizzato dalla dinamica sui tassi).

MAPPA
COMMENTI
STESSA CATEGORIA
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes   0.3545 113,370,231 0.065
Beni Stabili   0.7645 1,735,103,698 0.523
Brioschi   0.0682 53,718,742 0.002
Coima Res   8.0000 288,056,000 0.097
Dea Capital   1.3880 425,577,595 0.271
Gabetti Holding   0.3270 19,182,608 0.030
Hi Real   0.0291 2,114,861 0.000
Igd   7.4600 823,150,596 0.838
Italcementi   10.5800 3,695,283,794 0.000
Mutuionline   13.8400 553,600,000 0.203
Nova Re   4.7100 48,881,204 0.003
Prelios   0.1162 158,506,911 0.000
Risanamento   0.0271 48,802,879 0.049
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
  1,400.0000 145,425 0.024
  954.8000 81,017,644 0.010
  860.0000 57,343,940 0.003
  289.2000 150,823,584 0.110
  56.3600 33,816,169 0.001
  49.4000 13,262,616 0.000
  466.5000 56,913,000 0.000
  84.9500 178,847,189 0.000
  431.8000 48,965,256 0.000
  89.0000 129,488,503 0.021
  410.0000 23,124,000 0.000
  24.8500 1,528,374 0.000
  3.5500 0 0.000
  119.0000 8,187,200 0.000
  1,254.4000 0 0.033
  537.0000 69,273,000 0.009
  285.0500 17,103,000 0.000
  275.0000 0 0.007
  56.8000 36,726,312 0.000
  800.1000 128,016,000 0.006
  650.0000 20,052,500 0.017
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE