NEWS

La ripresa è possibile

A Saie 2018 il settore delle costruzioni rinnova il proprio impegno per il rilancio del Paese, attraverso prodotti di qualità e innovazione tecnica

di J.B. 20 Ottobre 2018

Un evento dedicato alle nuove tecnologie e i prodotti al servizio della filiera delle costruzioni, con ampio spazio alla sperimentazione digitale. Quattro giornate dedicate all’incontro tra gli esperti del comparto edilizio all’interno dei nuovi spazi del quartiere fieristico bolognese.

 

Quattro i focus tematici dell’edizione 2018 di Saie: recupero e protezione sismica, riqualificazione energetica, digitalizzazione e BIM, infrastrutture e territorio. Attenzione anche all’architettura di qualità, all’impiantistica di ultima generazione e agli strumenti finanziari, garantendo qualità, efficienza e sostenibilità alle operazioni. 


 

Innovazione al centro

Numeri di rilievo per un’edizione ricca di contenuti: 450 espositori, 40mila metri quadrati occupati, 48 top speaker sul tema della digitalizzazione, 53 progetti candidati al Bim&Digital Award, 100 momenti formativi con rilascio di crediti, 3 conferenze internazionali, 10 delegazioni estere, oltre a 6 piazze dell’eccellenza, 6 arene Digital&BIM spazi fortemente interattivi con attività dimostrative.

 

Molti gli ospiti di rilievo che hanno popolato gli spazi espositivi, tra cui anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, invitato ad offrire le conclusioni del convegno organizzato da Federcostruzioni in cui è stato presentato l’ultimo rapporto realizzato in collaborazione con Cresme sull’innovazione nel settore. Un’occasione di dibattito sul ruolo che  l’Italia dovrà assumere rispetto al progetto della piattaforma europea e su come il digitale potrà trasformare il mercato dell’edilizia. Secondo Federica Branciaccio, presidente di Federcostruzioni, “In un mondo in cui il disagio sociale, il consumo di risorse, l’inquinamento e l’innalzamento delle temperature sono temi non prescindibili per le scelte politiche e industriali globali, le costruzioni possono dare un contributo importante. L’innovazione tecnica e la digitalizzazione sono gli strumenti principali per una strategia in cui istituzioni, industria, ricerca e professioni possono puntare per innescare questo cambiamento”.

 

L’evento ha offerto l’occasione a Roberto Callieri, neoeletto presidente di Confindustria Federbeton e amministratore delegato di Italcementi, di offrire spunti di discussione sul tema delle grandi opere e dell’impegno della filiera sul fronte della qualità dei materiali.

 

Proprio Italcementi ha portato a Saie 2018 la sua stampante 3D capace di elaborare interi edifici in calcestruzzo. Un nuovo approccio che offre più flessibilità ai progettisti nella realizzazione di strutture complesse, riduce gli scarti di lavorazione consentendo l’utilizzo di materiali locali e di riciclo, diminuisce la rumorosità nelle aree di intervento. 

Lo sviluppo di una tecnologia innovativa del costruire, un sistema di progettazione e realizzazione basato sulla combinazione dei tradizionali materiali per le costruzioni con le nuove frontiere aperte dal digitale, coinvolgendo gli studi di architettura e di progettazione, le imprese di costruzioni, le maestranze, i centri di ricerca, le università, costituisce una grande opportunità che gli operatori del settore dovranno approfondire in futuro.

 

Gli operatori a Saie si rivolgono al mercato, alle istituzioni e all’opinione pubblica quali siano le potenzialità settore per lo sviluppo infrastrutturale e il rilancio della competitività del nostro Paese. La realizzazione di opere pubbliche è, da sempre, elemento trainante dell’economia. Ripartire è possibile, se si riusciranno a trasformare le risorse disponibili in investimenti effettivi, nonostante i ritardi della burocrazia.

 

 

Le interviste

Roberto Callieri, presidente Federbeton: “Credo che sia fondamentale interpretare il tema della qualità come un termine globale, che comprende tutti i passaggi del processo di costruzione, non come performance specifica di un singolo materiale. Si comincia dai fornitori, con aziende che devono essere certificate sulla base di standard etici e legali. Le società devono impiegare il personale attraverso contratti riconosciuti. Il rispetto della normativa significa sicurezza e standard tecnologici più avanzati. Molto importante è la tracciabilità dei materiali nei cantieri, in modo da individuare scorrettezze. Esistono oggi materiali evoluti rispetto al passato, con performance inimmaginabili fino a qualche anno fa. L’innovazione ha un’importanza fondamentale, da cui non si più prescindere”.

 

Andrea Bolondi, vice presidente Federbeton: “Ci sentiamo trascurati perché nell’approccio generale al settore delle infrastrutture si parla di cose fondamentali come la messa in sicurezza e la manutenzione delle infrastrutture, però il settore costituisce una parte importante del Pil e richiede un piano di carattere generale, strategico, un po’ più approfondito di quanto fatto fino ad oggi. Al di là dei fondi stanziati, la cosa fondamentale è che ci sia una visione di lungo periodo che possa permettere a chi opera nel settore di intervenire sul mercato con più sicurezza. Siamo all’anno zero per le costruzioni. Tre delle più importanti imprese italiane sono oggi in grave difficoltà, questo vuol dire che soffre tutto il settore. Bisogna ripartire con un piano credibile e affrontare i problemi in maniera più organica rispetto al passato”.  

 

Luigi Perissich, segretario generale Federcostruzioni: “Il tema dell’innovazione digitale è centrale delle politiche della nostra federazione. Il tema può dare una grossa spinta alla produttività settore e rendere il costruire un esercizio più interessante, nel senso che permette maggiore qualità, tempi certi e più brevi rispetto al passato, permette di costruire in modo più intelligente. Per quanto stanno partendo azioni di politica industriale. A novembre di quest’anno presenteremo una proposta progettuale che dovrebbe riuscire a definire una piattaforma europea per il passaggio dall’analogico al digitale per le costruzioni. E’ molto importante un’azione di promozione sia dal punto di vista di incentivi che di informazioni sul valore che la rivoluzione digitale può portare al costruito”.

 

Michele Marconi, amministratore delegato Gruppo Ripabianca: “I nostri prodotti sono destinati principalmente all’edilizia residenziale nuova, comparto che in questi dieci anni ha subito importanti trasformazioni, sia da un punto di vista normativo che prestazionale.  La sfida si è giocata sulla biocompatibilità e sulla resistenza meccanica dei materiali. Noi recentemente abbiamo aggiornato il livello di qualità dal punto di vista produttivo e organizzativo. Un impegno importante da parte della proprietà, che necessariamente supervisiona ed è coinvolto negli aspetti più strategici del flusso di lavoro”.

 


Questo articolo è presente su REview di questa settimana. Leggi gratuitamente il numero completo!

MAPPA
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes -1.89 1.6848 53,880,441 0.187
Beni Stabili 1.02 0.7415 1,682,903,063 0.556
Brioschi 0.00 0.0598 47,102,358 0.000
Coima Res -0.79 7.5400 271,492,780 0.022
Dea Capital 0.47 1.2720 390,010,591 0.059
Gabetti Holding 1.79 0.2270 13,316,367 0.014
Hi Real -3.00 0.0291 2,114,861 0.000
Igd -0.41 6.0140 663,596,205 0.179
Italcementi 0.00 10.5800 3,695,283,794 0.000
Mutuionline 1.18 17.2000 688,000,000 0.900
Nova Re -6.64 4.0000 41,512,700 0.001
Prelios 0.00 0.1154 157,415,641 0.000
Risanamento 0.49 0.0207 37,277,476 0.008
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
0.00 1,370.8000 142,309 0.003
3.21 965.0000 81,883,145 0.030
1.16 842.7000 56,190,393 0.012
1.68 239.6000 124,956,192 0.002
1.37 13.7780 8,266,841 0.000
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
1.06 81.0000 117,849,087 0.095
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
-2.28 3.3820 0 0.007
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
0.00 1,030.0000 0 0.140
-0.93 425.0000 54,825,000 0.017
-1.45 262.0000 15,720,000 0.003
0.27 257.1000 0 0.042
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
-0.28 673.1000 107,696,000 0.009
1.74 585.0000 18,047,250 0.003
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE