NEWS

Istat rialza le stime del Pil sul 2017. Confermata crescita costruzioni (Report)

di G.I. 21 Settembre 2018

 

Cresce l'economia italiana. Nel 2017 il PIL è salito dell'1,6%. Lo rivela l'Istat che ha rivisto al rialzo di 0,1 punti percentuali la stima diffusa ad aprile. Nel 2017, il PIL ai prezzi di mercato è pari a 1.724.954 milioni di euro correnti, con un incremento del 2,1% rispetto all'anno precedente. Crescono, in maniera moderata, anche le costruzioni, il cui valore aggiunto, a prezzi costanti, è aumentato dell'1%.
 

"Sulla base dei nuovi dati, il PIL in volume è cresciuto nel 2016 dell'1,1%, con una revisione al rialzo di 0,2 punti percentuali rispetto alla stima di aprile (+0,9%). Il tasso di crescita del 2015 è stato rivisto allo 0,9% (dall'1% della stima precedente). Nel 2017 gli investimenti fissi lordi sono cresciuti in volume del 4,3%, i consumi finali nazionali dell’1,1%, le esportazioni di beni e servizi del 5,7% e le importazioni del 5,2%. Il valore aggiunto, a prezzi costanti, è aumentato del 3,7% nell'industria in senso stretto, dell’1,1% nel settore dei servizi e dell’1,0% nelle costruzioni. Si è registrato un calo nel settore dell’agricoltura, silvicoltura e pesca (-4,3%). Per l’insieme delle società non finanziarie, la quota dei profitti è pari al 42,6% e il tasso di investimento al 21,2%.
 

Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici ha segnato nel 2017 una crescita dell'1,6% in valore nominale e dello 0,5% in termini di potere d’acquisto. Poiché il valore dei consumi privati è aumentato del 2,6%, la propensione al risparmio delle famiglie è scesa al 7,7% dall'8,6% del 2016.
 

L'indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al PIL è pari nel 2017 a -2,4% (-2,5% nel 2016), con una lieve revisione rispetto alla stima pubblicata ad aprile (-2,3%). Il saldo primario (indebitamento netto meno la spesa per interessi) è pari all'1,4% del PIL. Nel 2017 il debito pubblico è sceso al 131,2% contro il 131,4% del 2016. Nelle precedenti stime si attestava nel 2017 a 131,8%.L'Istat rivede la stima sulla pressione fiscale nel 2017 al 42,2% contro il 42,4% del 2016. La precedente stima, quella di aprile, era il 42,5%.

 

Scarica il Report

MAPPA
COMMENTI
STESSA CATEGORIA
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes 3.24 1.4350 45,963,544 0.082
Brioschi 1.16 0.0696 54,821,473 0.000
Coima Res 1.57 7.7600 279,414,320 0.114
Covivio 0.93 92.2000 8,034,461,144 0.062
Dea Capital 0.00 1.2760 391,237,040 0.067
Gabetti Holding 2.82 0.2920 17,254,548 0.017
Heidelberg Cement 0.00 70.9200 14,071,696,549 0.000
Igd -1.35 5.8600 646,603,552 0.726
Mutuionline -0.64 15.6000 624,000,000 0.360
Nova Re 0.00 4.0100 44,160,342 0.000
Restart 14.67 0.4455 14,247,353 0.267
Risanamento 0.69 0.0292 52,584,652 0.439
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
-0.43 1,155.0000 119,976 0.021
-1.20 1,200.0000 101,824 0.071
-0.62 1,000.4000 66,679 0.075
0.18 277.0000 144,461,040 0.143
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
0.03 119.9800 174,562,141 0.159
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
0.00 3.9425 0 0.000
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
-0.75 1,106.2000 0 0.054
-0.02 310.5000 40,054,500 0.005
1.03 284.9000 17,094,000 0.003
0.00 259.0000 0 0.000
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
-0.32 717.7000 114,832,000 0.009
2.59 515.0000 15,887,750 0.029
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE