NEWS

Certificazione energetica, la trappola dietro il low cost

Possibile prenotare perfino su Groupon

di Floriana Liuni 2 Ottobre 2014
Fino al 30 ottobre c’è la possibilità di iscriversi ad un master per imparare di più su un tema attuale, e a tratti scottante, come quello delle certificazioni energetico-ambientali, che spesso rappresenta un terreno minato.
 
E’ il master universitario "CasaClima-Bioarchitettura®. Certificazione e Consulenza energetico-ambientale", organizzato con l'Università LUMSA di Roma, dedicato sia ai giovani architetti che vogliano instradarsi in questa specializzazione, sia a professionisti che già vi operano. Per info sul percorso formativo visita http://www.casaclimabio.it).
 
Una proposta formativa che cade a proposito in un momento in cui intorno al tema delle certificazioni vige una certa confusione, soprattutto a causa del diffondersi di offerte a buon mercato che possono, però, nascondere prestazioni di pessima qualità.
 
Vediamo cosa dice la legge riguardo a come le certificazioni andrebbero eseguite. L’Attestato di Prestazione Energetica (definito dal decreto 63/2013) è un documento sul quale sono riportate le caratteristiche energetiche di un immobile.

Su questo strumento una scala da A a G indica il tipo di prestazione energetica di un determinato edificio, dando informazioni sul consumo di energia di cui esso è responsabile. Un’informazione che è obbligatorio fornire nel momento in cui si vuole vendere la propria casa, donarla, affittarla, ristrutturarla in maniera importante e in altri casi particolari.
 
Ad effettuare questo tipo di certificazione deve essere un soggetto iscritto ad un albo apposito, abilitato alla progettazione di edifici ed impianti. Deve trattarsi quindi di un architetto, un ingegnere o un geometra il quale, dopo aver effettuato un sopralluogo sull’edificio in questione, prenderà nota dei dati dell’edificio stesso, della tipologia di impianti presenti, della tipologia di infissi e quant’altro, ed effettuerà poi dei calcoli, con l’utilizzo di un software specifico autorizzato (DOCET o TERMO), per ricavare l’indice di prestazione energetica associato all’immobile. Il quale, di conseguenza, sarà classificato dalla A alla G.
 
Il sopralluogo è una parte essenziale di questo processo. “Sarebbe assolutamente impossibile redigere un ACE senza verificare di persona lo stato dell’immobile – dice a Monitor Immobiliare Christian Maisano, agente immobiliare di Rescaldina, - in quanto, se per assurdo la comunicazione dei dati avvenisse per telefono, e l’interessato comunicasse i dati che vuole lui, o comunque non corretti, dai conteggi con il software potrebbe risultare che l’edificio è una classe B, mentre invece è di fatto una classe G. Si capisce che è non è fattibile”.
 
Qual è quindi il prezzo di questa prestazione? La parcella è regolata dalle linee guida contenute nel DM 26/06/2006 (in allegato), ed è commisurata alla tipologia e alla grandezza dell’immobile. Non esistendo un minimo tariffario, abolito dalla legge Bersani, ogni società certificatrice è però libera di fare il prezzo e l’offerta che vuole.
 
Ed è qui che possono nascere i problemi. In questo momento di crisi, in cui la casa degli italiani è bersagliata da tasse sempre più alte ed articolate, l’obbligo di certificazione energetica è infatti percepito come l’ennesima gabella da pagare al sistema.
 
Approfittando di questo sentimento, quindi, non è ormai raro trovare, anche su Internet, decine di società di certificazione energetica che propongono offerte a prezzi stracciati, anche meno di 50 euro, per ottenere l’agognata certificazione. Per ottenere un preventivo basta alzare la cornetta, o compilare un form online: ma chi garantisce poi che il perito che arriverà a casa nostra sia un professionista serio?
 
Tanto lontano si è spinto questo fenomeno, che è possibile acquistare un buono per una certificazione energetica perfino su Groupon a meno di 35 euro. Lo studio di architettura che offre questo servizio, propone le seguenti tariffe:
  • Certificazione energetica entro 60 giorni a 34,99 € invece di 450
  • Certificazione energetica entro 45 giorni a 39,99 € invece di 450
  • Certificazione energetica entro 35 giorni a 44,99 € invece di 450
Il servizio comprende:
  • certificato energetico APE
  • rilascio della classe IPE (indice di prestazione energetica)
  • compilazione della scheda V.I.M.E. (Valutazione Interventi di Miglioramento Energetico), scheda tecnica di valutazione degli interventi da eseguire per migliorare le caratteristiche energetiche dell’abitazione
  • rilascio della scheda tecnica per il miglioramento dell’isolamento dei muri al fine di migliorare l’efficienza energetica con parere tecnico
  • invio della certificazione alla Regione di competenza
Ma la vera chicca sta nella frase: “Sopralluogo incluso se necessario a discrezione del professionista, come da Decreto Ministeriale n. 63 del 04/06/2013”.

“Se necessario” significa che, se il professionista dall’altro lato del cavo telefonico non lo dovesse ritenere opportuno (sulla base di chissà quali criteri), potrebbe anche non recarsi di persona ad effettuare il sopralluogo. E, per una prestazione da appena 35 euro, non è difficile immaginare che questa clausola possa essere debitamente sfruttata.

E’ quindi facile che, avendo a che fare con questa o con altre simili offerte, un cittadino alla ricerca di risparmio si ritrovi invece a pagare (anche se poco) per una prestazione che di fatto prevede il suo comunicare i dati relativi alla propria casa per telefono, dando luogo ad una certificazione inutile, che probabilmente andrà ripetuta.

Attenzione però: qualora fosse accertato un danno o un errore di valutazione, il certificatore ha responsabilità civile (contrattuale ed extracontrattuale), e nei casi limite anche penale (truffa).

Sempre meglio quindi tenere gli occhi aperti e in generale non fidarsi delle offerte a prezzi stracciati.

Scarica l'allegato.
ALLEGATI
DM 26/06/2006
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
00199843   2.8000 203,491,761 0.000
Aedes   0.5290 18,363,789 0.037
Brioschi   0.0592 46,629,759 0.006
Coima Res   4.4800 161,757,380 0.340
Covivio   50.4500 4,766,922,223 0.011
Dea Capital   1.0160 270,877,894 0.095
Gabetti   0.5480 32,548,790 0.070
Heidelberg Cement   48.9200 9,706,534,202 0.061
Igd   2.5900 285,785,529 1.218
Mutuionline   21.9000 876,000,000 0.098
Nova Re   2.3600 25,989,627 0.005
Restart   0.4750 15,202,871 0.000
Risanamento   0.0514 92,563,394 0.156
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
  820.0000 85,177,500 0.001
  54.4000 4,616,003 0.006
  558.0000 37,206,882 0.002
  183.5000 95,698,920 0.005
  50.0000 13,423,700 0.000
  466.5000 56,913,000 0.000
  84.8000 178,531,390 0.000
  467.0000 52,956,866 0.000
  52.8500 76,892,892 0.001
  410.0000 23,124,000 0.000
  24.8500 1,528,374 0.000
  3.5790 0 0.000
  36.1050 2,484,024 0.000
  827.0000 0 0.020
  32.2750 4,163,475 0.001
  47.2000 2,832,000 0.012
  170.0000 0 0.004
  58.6500 37,922,504 0.000
  26.0000 4,160,000 0.001
  391.1500 12,066,978 0.003
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti