NEWS

BNP Paribas RE: in calo investimenti sull'immobiliare commerciale (Report)

di J.B. 16 Aprile 2018

La prima parte del 2018 ha fatto segnare un sottodimensionamento degli investimenti nell’immobiliare commerciale italiano. Con circa 1,5 miliardi di euro la riduzione dei volumi è stata del 25% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il 2017 è stato particolarmente dinamico con investimenti che hanno raggiunto il livello record di 11,1 miliardi di euro.

 

Il maggior contributore ai volumi totali del primo trimestre 2018 è stato il settore Retail (per il 50% circa) e non quello Uffici (20% circa). La crescita dei volumi del Retail rispetto al primo trimestre 2017 (+40% circa) è dovuta alla chiusura di due importanti deal di portafoglio: uno nel segmento dei Centri Commerciali e l’altro nell’High Street di Milano e Roma. La performance della Logistica nel primo trimestre rimane positiva (+80% circa rispetto ai primi tre mesi del 2017) in continuità con l’ottimo risultato dello scorso anno e con ulteriore compressione dei rendimenti netti prime attualmente al 5,50%.

 

Il mercato leasing degli Uffici a Milano ha registrato nel primo trimestre circa 88.000 metri quadrati di assorbimento per 60 transazioni: uno dei migliori risultati fra quelli di inizio anno (+40% rispetto alla relativa media decennale). Il primo trimestre 2018 nel CBD Duomo è stato più dinamico rispetto all’anno precedente (+18%) grazie a un numero maggiore di operazioni, incluse alcune chiuse a canoni particolarmente elevati che hanno determinato, tra l’altro, l’incremento del valore prime in città dai 550 euro/mq/anno (di chiusura 2017) agli attuali 560 euro/mq/anno. Negli altri sottomercati di Milano i canoni sono rimasti stabili. 

 

A Roma l’attività leasing di spazi Uffici ha registrato un assorbimento pari a circa 23.000 metri quadrati, per un totale di 26 transazioni (in aumento rispetto alle 15 che in media vengono chiuse nel primo trimestre dell’anno). Il Greater EUR ha assorbito circa il 40% del totale spazi, seguito dal CBD al 26% ma in crescita del +190% rispetto al primo trimestre 2017 grazie alla chiusura di una transazione di dimensioni rilevanti. Stabilità dei canoni prime in tutti i sottomercati romani.

 

Cristiana Zanzottera, responsabile dell’Ufficio Studi di BNP Paribas Real Estate Italia: Si tratta comunque di un buon trimestre che ha attratto capitali superiori alla media storica quinquennale e decennale dei primi trimestri dell’anno. I capitali internazionali continuano a dominare la scena del real estate italiano a testimonianza della riconosciuta maggiore maturità e liquidità del mercato. L’interesse per il nostro Paese rimane elevato anche alla luce delle dichiarazioni dei player internazionali sulle intenzioni di investire in Italia. Tuttavia, la mancanza di opportunità, che per alcune asset class core in location core sta diventando sempre più rilevante, determina un mismatch fra volontà di allocazione ed effettive possibilità di chiudere deal. Alla luce di questo contesto potremmo ragionevolmente aspettarci un generale incremento delle operazioni di tipo value add nel 2018. Il generale sottodimensionamento del settore Uffici rispetto al passato non riflette una mancanza di interesse: a Milano manca prodotto in vendita di tipo core in un contesto che comunque sta diventando sempre più caro; a Roma l’interesse è in crescita, grazie anche al fatto che Milano è sempre più costosa, ma manca il prodotto che possieda le caratteristiche richieste dagli investitori internazionali. Da qui, la stabilità dei rendimenti netti prime Uffici registrata nei CBD delle due città fra fine 2017 e inizio 2018. Il leggero sottodimensionamento dei valori degli indicatori in questo inizio di 2018 è da leggersi alla luce della straordinaria performance del 2017. Le prospettive rimangono positive grazie anche alla dinamicità di alcuni settori specifici, quali logistica e “asset alternativi”, alla pipeline delle operazioni in corso e al probabile ingresso sul mercato di nuovi investitori”.

 

Scarica il report

MAPPA
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes -1.89 1.6848 53,880,441 0.187
Beni Stabili 1.02 0.7415 1,682,903,063 0.556
Brioschi 0.00 0.0598 47,102,358 0.000
Coima Res -0.79 7.5400 271,492,780 0.022
Dea Capital 0.47 1.2720 390,010,591 0.059
Gabetti Holding 1.79 0.2270 13,316,367 0.014
Hi Real -3.00 0.0291 2,114,861 0.000
Igd -0.41 6.0140 663,596,205 0.179
Italcementi 0.00 10.5800 3,695,283,794 0.000
Mutuionline 1.18 17.2000 688,000,000 0.900
Nova Re -6.64 4.0000 41,512,700 0.001
Prelios 0.00 0.1154 157,415,641 0.000
Risanamento 0.49 0.0207 37,277,476 0.008
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
0.00 1,370.8000 142,309 0.003
3.21 965.0000 81,883,145 0.030
1.16 842.7000 56,190,393 0.012
1.68 239.6000 124,956,192 0.002
1.37 13.7780 8,266,841 0.000
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
1.06 81.0000 117,849,087 0.095
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
-2.28 3.3820 0 0.007
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
0.00 1,030.0000 0 0.140
-0.93 425.0000 54,825,000 0.017
-1.45 262.0000 15,720,000 0.003
0.27 257.1000 0 0.042
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
-0.28 673.1000 107,696,000 0.009
1.74 585.0000 18,047,250 0.003
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE