NEWS

Ance: fermare le infrastrutture è una condanna per l’Italia

di J.B. 3 Dicembre 2018

I vertici Ance, riuniti a Torino per il Consiglio di Presidenza nazionale, lanciano un appello a sostegno della Tav e di tutte le infrastrutture necessarie per la crescita della competitività.

 

Secondo l’associazione nazionale dei costruttori l’Italia ha bisogno di un’operazione culturale che permetta alle persone di valutare i benefici delle nuove infrastrutture, non mettere in discussione cantieri già avviati. “Sarebbe più dannoso che utile, sia per lo Stato che per i cittadini”, sottolinea Marco Dettori, presidente di Assimpredil.  “Le Grandi Opere servono, soprattutto in un Paese che negli ultimi dieci anni ha dimezzato gli investimenti in opere pubbliche determinando un gap infrastrutturale pari a 84 miliardi di euro”.

 

Il presidente nazionale Gabriele Buia evidenzia che “è lecito che la politica faccia le proprie scelte strategiche definendo le priorità infrastrutturali, analizzando i benefici e i costi delle opere, ma negli ultimi 8 anni la programmazione è stata rivista 5 volte, causando numerosi stop agli iter realizzativi. E’ così che nascono le incompiute, è così che condanniamo il Paese all’immobilismo! La cronaca ci mette sotto gli occhi tutti i giorni una realtà fatta di infrastrutture insufficienti, fatiscenti e insicure. Per questo la messa in sicurezza del sistema infrastrutturale è una priorità assoluta, insieme alla realizzazione di nuove reti. Le quasi 400 segnalazioni di opere bloccate per un valore di oltre 27 miliardi di cantieri fermi, raccolte grazie al sito Sbloccacantieri.it, sono un valido motivo per non perdere altro tempo mettendo a rischio la sicurezza dei cittadini e la crescita economica”.

In particolare, riguardo alla Tav, i vertici Ance ribadiscono che si tratta di una questione continentale, che interessa anche il nostro territorio. Il passaggio di merci e persone lungo il Corridoio 5 rappresenta un motore di sviluppo da non perdere.

MAPPA
COMMENTI
STESSA CATEGORIA
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes   1.7400 55,732,799 0.016
Brioschi   0.0704 55,451,605 0.001
Coima Res   7.7200 277,974,040 0.006
Covivio   94.8000 7,891,241,302 0.022
Dea Capital   1.3120 402,275,075 0.058
Gabetti Holding   0.3030 17,904,548 0.004
Heidelberg Cement   68.2600 13,543,908,720 0.003
Igd   6.3200 697,360,827 0.182
Mutuionline   17.3000 692,000,000 0.016
Nova Re   4.0000 44,050,216 0.000
Restart   0.4480 14,327,305 0.006
Risanamento   0.0254 45,741,444 0.005
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
  1,190.8000 123,611 0.047
  1,215.0000 103,096 0.017
  1,001.2000 66,746 0.002
  255.0000 132,987,600 0.245
  50.0000 13,423,700 0.000
  466.5000 56,913,000 0.000
  84.8000 178,531,390 0.000
  467.0000 52,956,866 0.000
  111.7000 162,515,346 0.013
  410.0000 23,124,000 0.000
  24.8500 1,528,374 0.000
  3.7850 0 0.016
  36.1050 2,484,024 0.000
  1,161.2000 0 0.005
  312.0000 40,248,000 0.026
  251.4000 15,084,000 0.000
  266.5000 0 0.014
  58.6500 37,922,504 0.000
  722.5000 115,600,000 0.004
  505.0000 15,579,250 0.007
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE