NEWS

Allarme Fmi: in Italia incertezza politica aumenta rischi per le banche

di G.I. 10 Ottobre 2018

Dopo le stime sul pil in cui il Fondo monetario internazionale ha tagliato le previsioni di crescita a livello globale (fissando quelle dell'Italia pil al +1,2% e al 1% nel 2019), oggi ha lanciato un nuovo avvertimento all'Italia puntando l'attenzione sul legame tra titoli di Stato e banche. "Se dovessero riemergere preoccupazioni sul mercato sulla politica di bilancio, il rischio è quello di riaccendere il legame fra banche e debito sovrano. In tale scenario, le tensioni sul mercato potrebbero diffondersi ai mercati dei bond in Europa, così come è accaduto durante la crisi dell'area euro e, in modo più limitato, in maggio". E' il nuovo allarme messo nero su bianco nell'ultimo Global Financial Stability Report dedicato all'analisi degli scenari dieci anni dopo lo scoppio della crisi di Lehman Brothers. 

 

I "recenti avvenimenti in Italia suggeriscono che il legame fra banche e debito sovrano resta un importante canale di trasmissione di rischio" - continua l'Fmi - ricordando come "gli spread dei titoli di Stato siano aumentati bruscamente a maggio, riflettendo le preoccupazioni del mercato" e "ciò ha indotto un aumento del credit default swap per le banche italiane". 

 

Mette in guardia Tobias Adrian, responsabile del Global Financial Stability Report: "Gli spread italiani si sono ampliati. Dobbiamo guardare al processo politico per vedere se si arriva a un compromesso che il mercato reputa sostenibile".

 

L'istituzione di Washington invita quindi il Paese a non interrompere a via degli sforzi sull'aggiustamento dei conti.  "Il nostro consiglio all'Italia è costante da anni: sul piano delle politica di bilancio è necessario un consolidamento credibile e notevole nel medio termine per salvaguardare i conti pubblici e per mettere il debito su una traiettoria di calo. Questo è particolarmente importante per posizionare l'Italia in modo che possa minimizzare i rischi qualora si materializzino".

 

Ancora, l'istituto di Washington invita, poi, l'Italia a preservare la riforma Fornero. "In Italia le passate riforme pensionistiche e del mercato del lavoro dovrebbero essere preservate e ulteriori misure andrebbero perseguite, quali una decentralizzazione della contrattazione salariale per allineare i salari con la produttività del lavoro a livello aziendale".

 

 

MAPPA
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes -1.69 1.4152 45,329,343 0.031
Brioschi 5.36 0.0786 61,910,457 0.274
Coima Res -0.25 7.9800 287,335,860 0.041
Covivio -0.63 94.1000 7,801,162,702 0.131
Dea Capital -0.14 1.3980 428,643,716 0.304
Gabetti Holding -2.74 0.3200 18,909,094 0.025
Heidelberg Cement 0.15 65.1000 12,916,912,653 0.010
Igd -1.40 6.5560 723,401,516 1.291
Mutuionline -2.59 18.0400 721,600,000 0.194
Nova Re 0.25 3.8605 40,064,945 0.001
Restart -1.47 0.6588 21,068,813 0.012
Risanamento 0.00 0.0195 35,116,463 0.022
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
-0.34 1,470.0000 152,696 0.006
-0.01 997.8000 84,666,323 0.015
-0.05 874.0000 58,277,446 0.018
0.37 229.8000 119,845,296 0.011
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
0.59 93.9000 136,617,645 0.010
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
0.00 3.5195 0 0.000
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
-0.31 960.9000 0 0.039
-0.07 222.7000 28,728,300 0.000
2.20 255.5000 15,330,000 0.004
-0.34 249.1500 0 0.019
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
0.41 735.0000 117,600,000 0.172
-2.11 556.5000 17,168,025 0.004
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE