NEWS

Istat: export in crescita a giugno (Report)

di E.I. 10 Agosto 2017

A giugno 2017 la crescita tendenziale dell'export si mantiene sostenuta (+8,2%) e riguarda in misura analoga sia l'area extra Ue (+8,3%) sia quella Ue (+8,2%); l'aumento dell'import (+9,9%) è determinato da entrambe le aree di sbocco (+12,0% per l'area extra Ue e +8,6% per l'area Ue).

 

Per quanto riguarda i settori che contribuiscono in misura più rilevante alla crescita dell'export, incrementi significativi si registrano per autoveicoli (+19,0%), sostanze e prodotti chimici (+14,4%), prodotti alimentari, bevande e tabacco (+10,9%) e prodotti delle altre attività manifatturiere (+10,0%). Questi i dati emersi dall’indagine Istat sul commercio con l’estero e prezzi all’import dei prodotti industriali.

 

Rispetto al mese precedente, si registra una diminuzione sia per le importazioni (-2,9%) sia per le esportazioni (-1,0%).

 

Il calo congiunturale dell'export è determinato dalla flessione delle vendite sia verso i mercati extra Ue (-1,5%) sia, in misura minore, verso l'area Ue (-0,5%). Tutti i raggruppamenti principali di industrie sono in diminuzione, a eccezione dell'energia (+3,5%).

 

Nel trimestre aprile-giugno 2017, rispetto al trimestre precedente, l'aumento dell'export (+0,6%) coinvolge esclusivamente l'area Ue (+2,3%), mentre l'area extra Ue risulta in diminuzione (-1,4%). Nello stesso periodo le importazioni registrano una crescita superiore a quella delle esportazioni (+0,9%).

 

Rispetto ai principali mercati di sbocco, si segnala la marcata crescita tendenziale delle esportazioni verso Germania (+8,0%), Francia (+9,0%) e Stati Uniti (+12,4%).

 

Il surplus commerciale è di 4,5 miliardi (+4,7 miliardi a giugno 2016).

 

Nei primi sei mesi dell'anno l'avanzo commerciale raggiunge 19,1 miliardi (+36,0 miliardi al netto dei prodotti energetici) con una crescita sostenuta sia per l'export (+8,0%) sia per l'import (+11,3%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

 

L'indice dei prezzi all'importazione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,5% rispetto al mese precedente e aumenta dell'1,7% nei confronti di giugno 2016.

 

L'aumento tendenziale dei prezzi all'importazione dipende principalmente dalle dinamiche dei beni intermedi, sia nell'area euro (+3,0%) sia in quella non euro (+2,8%).

 

Scarica il Report

MAPPA
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes 0.00 0.0000 0 0.000
Beni Stabili 0.00 0.0000 0 0.000
Brioschi 0.00 0.0000 0 0.000
Coima Res 0.00 0.0000 0 0.000
Dea Capital 0.00 0.0000 0 0.000
Gabetti 0.00 0.0000 0 0.000
Hi Real 0.00 0.0000 0 0.000
Igd 0.00 0.0000 0 0.000
Italcementi 0.00 0.0000 0 0.000
Mutuionline 0.00 0.0000 0 0.000
Nova Re 0.00 0.0000 0 0.000
Prelios 0.00 0.0000 0 0.000
Risanamento 0.00 0.0000 0 0.000
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE