NEWS

I soldi ci sono, ma non per il mattone

Contanti e depositi bancari saliti tra il 2007 e il 2013

di Cristina Giua 5 Dicembre 2014

Un Paese da sei anni in crisi, che ormai si aspetta solo il peggio. Questo il mood che emerge del rapporto del Censis di quest'anno, presentato questa mattina a Roma - sulle condizioni del Paese. Tra i capitoli dedicati a politica, lavoro, istituzioni, stupisce un dato singolare sulla condizioni economiche delle famiglie italiane. In un Paese in recessione può tuttavia succedere che i contanti e depositi bancari possano aumentare: +4,9% tra il 2007 e il 2013. Lasciando a latere il discorso su quanto pesi l'economia sommersa - il nero, insomma - su questo aumento alla voce aumento di liquidità, vero è anche che a specifica domanda, il 44,6% delle famiglie abbia risposto che mettono da parte – quando si riesce, naturalmente – per prudenza e per la copertura su possibili imprevisti futuri.

 

Le famiglie si stanno quindi barricando dietro un risparmio che cresce – a dispetto del crollo dei redditi - e va rubricato come "un cash di tutela". Così lo chiama il Censis, segnalando un altro aspetto: gli investimenti nel 2013 abbiano raggiunto il livello più basso degli ultimi 13 anni. “Questo è un Paese che ha capitale, e non lo sa usare – ha detto questa mattina il presidente del Censis, Giuseppe De Rita, nel corso della presentazione del rapporto -. Questo capitale inagito è la cosa più angosciante che c'è in Italia”.

 

Le ultime indicazione che arrivano dal mondo finanziario raccontano una storia un po' diversa. Ieri, all'evento per festeggiare i 30 anni dell'introduzioni dei fondi sul mercato italiano, Assogestioni ha confermato il 2014 come l'anno d'ora del settore. I fondi (mobiliari soprattutto, meno quelli immobiliari) da gennaio a ottobre di quest'ano hanno drenato oltre 110 miliardi di euro, per complessivi importi di risparmio  che hanno toccato la cifra di 1.536 miliardi di euro. Che tradotto significa gli italiani stanno tornando ad investire in prodotti che rispondono alle loro esigenze e incertezze. 

 

Il grande escluso resta invece il vecchio amore degli italiani: il mattone, ovvero la casa. Troppe tasse e troppo confuse - è vero - ma i prezzi del prodotto residenziale nelle grandi e piccole città italiane è sceso a livelli di grande appeal. Pochi mutui – anche questo è vero – ma per chi ha da parte un po' di liquidità risparmiata, le banche non fanno storie ad erogare un loan to value del 50-60%. Il tutto con tassi di interesse sui prestiti che hanno toccato livelli da minimo storico - del 2014 i decrementi sono stati del 25% fra gennaio 2014 e dicembre 2014 per un tipico mutuo di acquisto a tasso variabile di 140.000 euro a 20 anni, che hanno portato la forchetta dei migliori spread offerti dalle banche su mutui a tasso variabile ad oscillare fra l'1,90% e il 2,40% - e secondo le previsioni sono destinati ad abbassarsi ancora un po' nel 2015. Quella che manca è insomma la voglia di investire sull'immobiliare, che si è trasformato nel giro di neanche 7 anni nella vera Cenerentola degli investitori italiani.

MAPPA
STESSA CATEGORIA
21 Febbraio 2018  |   di Dara J. White, CFA, Responsabile globale azioni mercati emergenti di Columbia Threadneedle Investments

Mercati emergenti - Prospettive per il 2018

Le azioni emergenti, secondo l’indice MSCI Emerging Markets, hanno generato ottimi guadagni nel 2017, superando l’S&P 500

 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes   0.4280 136,875,766 0.095
Beni Stabili   0.6615 1,501,335,639 0.170
Brioschi   0.0780 61,437,858 0.000
Coima Res   8.3400 300,298,380 0.029
Dea Capital   1.4000 429,256,940 0.065
Gabetti Holding   0.3950 23,171,652 0.003
Hi Real   0.0291 2,114,861 0.000
Igd   8.1510 662,713,493 0.756
Italcementi   10.5800 3,695,283,794 0.000
Mutuionline   13.6400 545,600,000 0.038
Nova Re   0.1905 59,311,275 0.029
Prelios   0.1156 157,688,458 0.138
Risanamento   0.0311 56,006,256 0.008
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
  1,396.0000 145,010 0.003
  1,162.0000 98,599 0.043
  883.0000 58,877,557 0.001
  280.2000 146,129,904 0.042
  68.0500 40,830,204 0.000
  49.4000 13,262,616 0.000
  466.5000 56,913,000 0.000
  84.9500 178,847,189 0.000
  431.8000 48,965,256 0.000
  99.6000 144,910,729 0.024
  410.0000 23,124,000 0.000
  24.8500 1,528,374 0.000
  3.8000 0 0.006
  137.0000 9,425,600 0.000
  1,336.0000 0 0.080
  574.0000 74,046,000 0.015
  292.0000 17,520,000 0.026
  292.0000 0 0.006
  56.8000 36,726,312 0.000
  916.5000 146,640,000 0.002
  650.0000 20,052,500 0.004
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE