NEWS

Aste immobiliari: il governo proroghi le agevolazioni fiscali

di Sandro Simoncini, direttore del Centro Studi Sogeea 13 Settembre 2017

Il varo della prossima Legge di Bilancio da parte del Governo è l’occasione giusta per prorogare le agevolazioni fiscali sugli acquisti degli immobili all’asta, arrivate a scadenza il 30 giugno scorso. Il provvedimento, introdotto a inizio 2016 e in seguito rafforzato, si è rivelato di fondamentale importanza per aumentare il numero delle operazioni di acquisto andate a buon fine e per velocizzarne la tempistica: a luglio, nella nostra ultima rilevazione, abbiamo potuto osservare una diminuzione del 31% delle abitazioni in vendita forzata sul mercato rispetto ad appena sei mesi prima.

 

Tali agevolazioni prevedono imposte di registro, ipotecaria e catastale forfettarie, nella misura di 200 euro ciascuna: cifre che rendono ancora più appetibile l’acquisto di un bene di solito già disponibile a prezzo di saldo. Ciò a patto che si compri l’immobile come prima casa, ci si impegni a non rivenderlo prima di cinque anni e non si abbia già usufruito delle agevolazioni sull’acquisto dell’abitazione principale. Inoltre, l’immobile in questione non deve essere di lusso e deve trovarsi nel territorio del Comune in cui l’acquirente ha o stabilisca, entro 18 mesi, la propria residenza. Ciò, ovviamente, per arginare il più possibile i semplici speculatori a vantaggio di chi si avvicina al mondo delle aste per coronare il sogno di avere un’abitazione di proprietà.

 

La stessa agevolazione si può applicare anche alle imprese, a patto che le stesse si impegnino a rivendere l’immobile entro cinque anni. Nel caso in cui non si realizzi il ritrasferimento entro il termine stabilito, chi ha comprato deve pagare una sanzione amministrativa e versare le imposte nella misura ordinaria: solo per quella di registro vuol dire il 9% del valore catastale dell’immobile. Tutte queste misure di buon senso, unite alla decisione di digitalizzare gran parte delle procedure, hanno prodotto un salto di qualità nel mondo delle aste immobiliari: interromperne gli effetti decidendo di non prorogarle costituirebbe una scelta poco lungimirante.

MAPPA
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes 0.00 0.0000 0 0.000
Beni Stabili 0.00 0.0000 0 0.000
Brioschi 0.00 0.0000 0 0.000
Coima Res 0.00 0.0000 0 0.000
Dea Capital 0.00 0.0000 0 0.000
Gabetti 0.00 0.0000 0 0.000
Hi Real 0.00 0.0000 0 0.000
Igd 0.00 0.0000 0 0.000
Italcementi 0.00 0.0000 0 0.000
Mutuionline 0.00 0.0000 0 0.000
Nova Re 0.00 0.0000 0 0.000
Prelios 0.00 0.0000 0 0.000
Risanamento 0.00 0.0000 0 0.000
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
0.00 0.0000 0 0.000
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 5000+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE